Maschio Angioino: arriva uno bookshop, un’area bambini e un punto ristoro

maschio angioino

Il Maschio Angioino continua ad essere oggetto del percorso di valorizzazione che ormai da tempo è portato avanti dal Comune di Napoli. Infatti, come annunciato dal sindaco, Luigi de Magistris, e dall’assessore alla Cultura, Nino Daniele, è stato varato un nuovo piano di razionalizzazione e miglioramento dei servizi da offrire ai cittadini (ma anche ai tanti turisti).

In particolare, l’intera ala porticata, entro alcuni mesi, sarà liberata completamente, per permettere la realizzazione di un bookshop, un punto ristoro, un baby pit-stop ed una biglietteria informatizzata. L’offerta di nuovi servizi, validi sia a livello quantitativo che qualitativo, vuole rimarcare la bontà di un percorso in continua crescita, che ha visto l’appoggio delle forze dell’associativismo culturale, per un’offerta ampliata con ben cinque nuovi itinerari (di cui uno con il supporto di audioguide ed uno in corda), negli ultimi anni.

Gli effetti positivi della valorizzazione del Maschio Angioino sta tutto nei numeri d’affluenza, notevolmente cresciuti con i nuovi itinerari, la maestosità della collezione di opere d’arte conservate, la programmazione espositiva e gli spazi dedicati al turismo matrimoniale. Meta di turisti nazionali ed internazionali, il maschio Angioino ha triplicato gli accessi in pochi anni, vedendo confluire nelle sue casse (grazie anche all’affitto della sale per iniziative varie) più di 600mila euro, almeno stando alle previsioni.

Potrebbe anche interessarti