Napoli non dimentica, manifesti in città contro Salvini: “Colerosi, terremotati..”

Napoli non dimentica. Napoli subisce, si lascia martoriare, si ribella, a volte perdona, ma certi attacchi alla propria personale dignità di città, di popolo e d’identità, non li dimentica.

All’alba del fatidico giorno, in cui Salvini è a Napoli per partecipare tra poche ore ad incontro con l’amministrazione comunale per discutere di sicurezza, per le strade della nostra città sono stati esposti manifesti abbastanza eloquenti: “Senti che puzza, scappano anche i cani, stanno arrivando i napoletani. O colerosi, terremotati, voi col sapone non vi siete mai lavati”.

Questa bella canzoncina venne intonata dall’attuale Ministro degli Interni, Matteo Salvini, durante la festa della Lega Nord a Pontida nel 2009. Ci furono delle scuse da parte del ministro subito dopo. Ma ormai il danno era stata fatto, le offese mosse e la dignità calpestata. Napoli non ha mai dimenticato quell’affronto e anche se oggi Salvini dice di lavorare per la politica nazionale, la ferita di molti napoletani per questo insulso e becero coro ancora sanguina e fa male.

E, per ribadire ancora, Napoli non dimentica.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più