Inchiesta Juve, minacce a Report: “Segno che si toccano affari sporchi”

Minacce e querele sarebbero già state rivolte alla redazione di Report che stasera manderà in onda l’inchiesta riguardante la Juventus e alcuni esponenti del tifo organizzato bianconero. A denunciare il fatto è stato con un tweet Vittorio Di Trapani, componente dell’USIGRai (sindacato giornalisti Rai) che ha anche emesso successivamente un comunicato, insieme a FNSI: “Intimidazioni, minacce, annunci di querele milionarie. Ancora non è andata in onda (questa sera 21.15 su RaiTre) e già l’inchiesta di Report sulle infiltrazioni nelle tifoserie ha scatenato le reazioni tipiche di quando si toccano affari sporchi”.

“Usigrai e Fnsi – continua il comunicato – si schierano al fianco di Federico Ruffo, autore dell’inchiesta, del curatore Sigfrido Ranucci, e di tutta la redazione di Report. Chiediamo alla Rai e alle autorità, ciascuno per le proprie competenze, la massima attenzione, vigilanza e protezione per fare muro di fronte alle minacce di ogni tipo“.

La tanto attesa inchiesta proverà a spiegare come la società sportiva della Juventus, e in particolare i suoi dirigenti, sia implicata con la misteriosa morte di un ex ultras della Juventus, Raffaele “Ciccio” Bucci, poi passato alle sue dipendenze. Inoltre, si cercherà di far luce sull’infiltrazione criminale, di matrice ‘ndranghetista, nella costruzione del nuovo stadio e dell’attività illecita di bagarinaggio, con biglietti venduti a prezzi esorbitanti.

Potrebbe anche interessarti