Sanità casertana a Le Iene: è l’ASL che conta più morti evitabili

Ancora imbarazzo per la sanità campana messa in evidenza e denunciata da Le Iene, programma di Mediaset in onda su Canale 5. Questa volta ad entrare nell’occhio del ciclone sono gli ospedali nel Casertano.

Nel servizio è evidente non solo lo stato di enorme degrado all’interno e all’esterno degli ospedali, ma ciò che lascia ancora più allibiti e sconcertati sono le denunce fatte da un medico, che evidenzia la gestione bizzarra e irregolare degli ospedali. Direttori sanitari senza titoli, macchinari obsoleti che alterano i risultati degli esami strumentali, sale operatorie fuori norma e sequestrate e ascensori inadatti ad ospitare barelle. Ma cosa ancora più grave l’esistenza di un ospedale fantasma, quello di Santa Maria Capua Vetere, in quanto nonostante sulla carta esista e sembri essere completo, metà dei reparti sono chiusi e, cosa gravissima, in questo ospedale non esiste la sala rianimazione.

Ma in cima alla classifica, tra i peggiori si aggiudica ilo primato quello di Maddaloni, il più sporco e abbandonato al degrado tra gli ospedali di Caserta.

Una situazione al limite del sopportabile. A dare forza alla denuncia delle Iene ci sono anche i dati nazionali sulla sanità italiana, che colloca in Campania e in particolare in Caserta gli ospedali in cui si muore troppo facilmente e dove ci sono i peggiori servizi sanitari.

In tutto questo, Vincenzo De Luca sembra lavarsi le mani e scappare infastidito dalle telecamere di Mediaset.

Per vedere il servizio completo clicca qui

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più