Il Sud straccia il Nord: è record di laureati con 110 e lode

Sud terra di eccellenze e anche di giovani di talento. Lo dice lo studio – rilanciato dal Mattino.it – condotto dall’Osservatorio Talents Venture che ha evidenziato come, nelle regioni del Centro e del Sud, ci sia il maggior numero di laureati con 110 e lode. Numeri da record per la Basilicata, dove il numero di laureati con lode è di uno su due. Subito dopo vengono Umbria e Sardegna, entrambe con il 48% di studente che hanno conseguito il massimo dei voti. Si difende bene anche la Campania, con il 35%.

Molto più bassi, invece, i numeri che si registrano nelle regioni del Nord. Piemonte, Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta raggiungono il 28%, 23% e 19% di laureati con la lode. Eccellenze anche per quanto riguarda le università. Se Roma fa incetta di lodi, lo stesso non si può dire delle altre università del Nord. Tra gli atenei con il minor numero di lodi, infatti, troviamo:il Politecnico di Torino con il 18% e il Politecnico di Milano con il 17%, Stranieri Reggio Calabria con il 16% e Libera Università di Bolzano con il 13%.

Per questi giovani di talento, inoltre, il governo ha previsto un fondo da 50 milioni di euro destinato a quelle aziende che, nel 2019, assumeranno un laureato (di massimo 30 anni) che abbia ottenuto 110 e lode e laureandosi tra gennaio 2018 e il 30 giugno 2019. Per quanto riguarda le discipline dove si registra il picco di eccellenze, ci sono gli indirizzi umanistici, dove sono 6 su 10 i laureati con lode. Numeri simili anche per i laureati in Medicina, mentre tra gli ultimi posti troviamo gli studi di ingegneria e quelli giuridici.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più