Oltre i Resti. Un diverso sguardo al passato

oltre i resti

Troppo spesso si cade nell’errore di considerare le testimonianze del passato semplici “resti”. Le stesse espressioni di bene e patrimonio culturale rimandano a qualcosa di materiale, un’opera d’arte, un monumento. Ma è fondamentale andare oltre, oltre la materialità, oltre al visibile e al tangibile, per cogliere l’essenza del nostro passato. Andare oltre senza avere paura di guardarsi indietro, andare oltre i resti per meglio proiettarsi verso il futuro.
L’associazione culturale che presentiamo oggi è frutto di una riflessione sull’oltre, inteso come un modo diverso di trasmettere e percepire le testimonianze del passato.
L’associazione culturale Oltre i Resti nasce nel 2010 come Onlus per volontà di persone che già operavano in ambito culturale e sociale da alcuni anni. L’impresa non è stata facile e ha incontrato molte difficoltà di natura burocratica, come spiega la Dott.ssa Assunta Mango, socia fondatrice di Oltre i Resti: “lunghe trafile presso gli uffici pubblici, nonché ostruzionismo da parte di altre associazioni, già operanti sul territorio, che credevano di detenere il possesso dei siti culturali, dove svolgevano le visite”.

10169001_10200943721834265_2075205634_n

Questo è un problema comune, purtroppo, al grande impegno e passione che ciascuna associazione mette in campo quotidianamente per la valorizzazione del patrimonio culturale, non corrisponde una mentalità collaborativa con le altre associazioni, almeno non per tutte. Tale atteggiamento rappresenta un grave errore, dato l’importante ruolo che ricoprono le associazioni culturali per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale di intere realtà territoriali.Le professionalità che collaborano con l’associazione Oltre i Resti sono veramente tante e varie: storici dell’arte, demoetnoantropologi, guide turistiche, attori, scrittori, sceneggiatori, registi, pittori esordienti, insegnati e scenografi.
Oltre i Resti nasce con l’obiettivo di promuovere la cultura e l’arte in tutte le sue molteplici forme, puntando l’attenzione sulla tradizione napoletana. Grande spazio viene dato agli itinerari di visita antropologici per raccontare le mille sfaccettature di Napoli. Gli itinerari di Oltre i Resti rappresentano un giusto mix tra informazioni storiche del luogo visitato e le leggende, metamorfosi che il luogo ha subito anche rispetto alla sua funzione e percezione nella vita quotidiana cittadina. Principale itinerario antropologico di Oltre i Resti è quello dedicato al Cimitero delle Fontanelle, in cui “vengono raccontate storie e leggende del luogo, gli usi e le tradizioni alternate con le verità storiche e geografiche che sono parte del vissuto del luogo”.

10178189_10200944675818114_1268347888_n

Stessa modalità seguono gli altri itinerari ad esempio quello esoterico per il centro storico che “guarda con una lenta di ingrandimento, intrisa di misteri, i monumenti della città”. Infine, segnaliamo la passeggiata teatrale “Racconti dell’orrore dell’Averno ai Porticati”, in cui chi partecipa rivive di sera, con candele ed effetti speciali, i racconti recitati all’aperto per i vicoli di Napoli “fin quando appare, di tanto in tanto, qualche personaggio di altre epoche o qualche fantasma… in carne ed ossa”. La modalità con cui è concepita la visita guidata di Oltre i Resti, funge da calamita che attrae diverse tipologie di pubblico, di qualsiasi età, estrazione sociale e anche chi non è solitamente interessato alla cultura.
Ma l’associazione culturale Oltre i Resti ha anche un altro risvolto, ovvero, il volontariato che visto da molti “con sguardo sfiduciato e diffidente può essere superato andando appunto oltre. Curare il prossimo e curare l’arte, conservare la cultura e salvaguardare il tuo vicino, supportare la tradizione e sollevare chi è meno fortunato, possono essere due coscienze che convivono in una stessa entità”.
Con tante attività ed impegni, sia in campo culturale che sociale, l’associazione Oltre i Resti non può che essere in continua crescita e con tante nuove idee, “tante sono le persone da aiutare e così tanti sono i monumenti da far conoscere e salvaguardare, quindi non possiamo che essere un Vesuvio … in attività”.
Buon lavoro ai nostri amici e con l’augurio di riuscire a guardare sempre oltre!

LEGGI ANCHE
'A festa d''a lengua nosta, la festa della Lingua Napoletana nella Casina Pompeiana

 

Per saperne di più su Oltre i Resti:

logo sito oltre i resti

 

 

 

Web: www.oltreiresti.it
Mail: oltreirestionlus@libero.it
Sede: Via Pisanelli 4, Napoli

Potrebbe anche interessarti