Presidente Figc: “L’arbitro non può sospendere una gara per cori razzisti. E’ chiaro”

Gli scontri prima di Inter-Napoli e la morte dell’ultras interista hanno riacceso un duro dibattito sull’opportunità, o meno, da parte dell’arbitro, di sospendere le gare in caso di cori razzisti. La discussione è accesa ed è oggetto, quest’oggi, di un tavolo tecnico convocato dal ministro dell’Interno, Matteo Salvini.

A quest’ultimo prenderà parte, ovviamente, anche il presidente della Figc, Gabriele Gravina, che al termine dell’incontro preliminare con le componenti federali si è espresso così:

Possibilità per gli arbitri di sospendere le gare in caso di cori razzisti? L’arbitro non ha nessuna discrezione, esiste un provvedimento chiaro: l’arbitro non è in grado di poter valutare i rischi collegati a una sospensione di una gara come impatto sul mantenimento dell’ordine pubblico. È qualcosa che va avanti da più di quindici anni ed è una discussione che puntualmente si ripresenta. E il ministero ha sempre detto che è di sua competenza”.

Vi aggiorneremo sulla questione al termine del tavolo tecnico.

Potrebbe anche interessarti