L’ippopotamo Pippo lasciato di notte al freddo: rabbia degli animalisti contro il circo

Foto tratta dalla pagina Facebook di Francesco Emilio Borrelli

Santa Maria Capua Vetere. La temperatura è di soli 3 gradi centigradi, ma l’ippopotamo Pippo è all’esterno del tendone del noto circo, esposto al vento e al gelo, senza potersi riparare. Come riporta un articolo de La Repubblica a firma di Pasquale Raicaldo, le condizioni del povero animale sono state denunciate da alcune associazioni animaliste (Veg, Enpa, WWF e SOS Natura).

L’attenzione è alta non solo su Pippo, ma anche su lama, zembre, struzzi e dromedari. Le associazioni hanno specificato, infatti, che “la Commissione Scientifica CITES del Ministero dell’Ambiente, nello stendere le linee guida che regolamentano i criteri di detenzione degli animali nei circhi, ha stabilito precise temperature per alcune specie, come ambienti riscaldati per i grandi felini di almeno 15°C, ma che spesso vengono totalmente ignorate”.

Quanto avvenuto in provincia di Caserta, quindi, non del tutto sarebbe regolare, tanto che molti manifesti che sponsorizzano il circo sono stati imbrattati da scritte provocatorie (“gli animali al circo non si divertono”).

“All’ippopotamo – spiegano nel dettaglio le associazioni – viene impedito l’accesso al camion e anche il leone continua a girare nervosamente in tondo nel suo recinto, senza alcuna possibilità di ripararsi dal freddo e dallo sguardo dei passanti”.

IL POST di Francesco Emilio Borrelli

Potrebbe anche interessarti