Video. Razzismo a Pordenone: “Lasciare pulito, non siamo a Napoli”

Napoli cattiva, sporca ed incivile. E’ questo il pensiero ancora fortemente radicato nel Nord dell’Italia, dove la città partenopea continua ad essere denigrata, offesa ed utilizzata come metro di paragone in negativo. E così, anche i suoi “figli” subiscono la stessa sorte. Quei napoletani, quei meridionali che sono giocoforza costretti ad emigrare al Nord alla ricerca di un lavoro che al Sud manca.

L’ennesimo episodio di stampo razzista è accaduto a Pordenone. Un napoletano emigrato proprio nel comune friulano ha girato un video che che sta già facendo discutere. Nel filmato – realizzato in Via Palladio, quartiere di Rorai Grande – vengono ripresi alcuni cassonetti dell’immondizia, ai quali è stato attaccato un manifesto che recita: “Lasciare pulito, non siamo a Napoli. Civiltà significa rispetto delle regole nella città in cui si vive“.

Anche in questo caso, l’equazione “Napoli” uguale “monnezza” è pienamente rispettata. Ma non solo, perché chi ha attaccato il manifesto sui cassonetti ha voluto rimarcare, ancora una volta, la “differenza” tra il Nord rispettoso del vivere civile ed il Sud sporco e incivile. Fino a quando continuerà questo razzismo del tutto gratuito nei confronti dei meridionali? Come devono sentirsi quei meridionali costretti a vivere in una parte dell’Italia che continua ancora ad emarginarli?

Di seguito, il video:

Potrebbe anche interessarti