Scavi di Ercolano, il programma del 2019: mostre, visite serali e archeo-aperitivi

Dopo un super 2018,  che ha visto un incremento di visitatori del 9% rispetto al 2017, al Parco archeologico di Ercolano si guarda già al 2019. Quest’oggi, infatti, è stato presentato il programma del nuovo anno, con iniziative inedite e tante novità.

Si partirà certamente da quello che già c’è, per esempio da una fitta collaborazione tra scuole ed enti del territorio (Parco Nazionale del Vesuvio, Fondazione Ente Ville Vesuviane), e soprattutto dalle mostre. Oltre a SplendOri, la mostra sui gioielli e monili degli antichi abitanti che resterà aperta fino al 30 settembre 2019, ne saranno allestite altre, in particolare ‘L’ebanistica e l’arte dell’arredo ligneo’ e ‘La civiltà del cibo e i piaceri della tavola nell’antica Ercolano’.

Ci saranno aperitivi e conferenze all’Antiquarium e le immancabili serate estive con le visite suggestive all’imbrunire e le rassegne artistiche.

Poi alcune conferme, come spiega il direttore Francesco Sirano: ”Il programma del 2019 rende stabili alcune aperture come quella del Teatro, presenta una rassegna estiva più strutturata e ricca dell’anno precedente, accoglie cittadini e appassionati per cicli di conferenze e una summer school”.

Non mancheranno eventi MIBAC, restauri aperti con cantieri didattici, laboratori di oreficeria e tante iniziative “free entry”, come le domeniche al Museo o i pomeriggi al Parco archeologici, che permetteranno ai visitatori di accedere gratuitamente.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più