Immigrato investito e picchiato con un cric nel Napoletano: “Vogliamo ucciderti!”

ImmigratoUna storia di violenza gratuita, una triste vicenda che è toccata vivere ad Ossuele Gnegne. L’uomo, immigrato dalla Costa D’Avorio, lavora e vive ad Arzano da circa 10 anni ed ha un regolare permesso di soggiorno.

Il 28enne ivoriano si stava recando in bici a lavoro quando improvvisamente è stato investito da un’auto. In questa vi erano 4 uomini che invece di soccorrerlo hanno inveito contro di lui. Questi individui, come denunciato sulla pagina fb immigrati usb campania, hanno iniziato ad aggredirlo con schiaffi, pugni, per poi colpirlo con un cric. “Quattro uomini scendono dalla vettura, – ha raccontato – inizio a tremare, gli domando “Cosa ho fatto?” e loro armati di bastoni, spranghe, sassi, armati di odio negli occhi mi rispondono “Vogliamo ucciderti”.

Ossuele fortunatamente è riuscito a scappare dagli aggressori per poi nascondersi in una scuola vicina. Dopo aver chiamato le forze dell’ordine che sono prontamente intervenute e fermato gli aggressori, Ossuele è stato soccorso e portato all’ospedale “San Giovanni di Dio” a Frattamaggiore.

Sfortunatamente non si tratta del primo episodio di violenza a sfondo razzista nei confronti di un immigrato in Campania. Questo il post denuncia lanciato sulla pagina fb:

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più