Quarto. Sara, malata da quando aveva 11 anni: ha sconfitto finalmente il cancro!


Quarto – Una battaglia durata 12 lunghi anni. Oggi, finalmente, Sara ha vinto. Era il 2006 quando le venne diagnosticato un tumore alla pancia. All’epoca era una ragazzina spensierata, con la passione per il nuoto. Inizialmente, infatti, credeva che quel bozzo fosse un ematoma procuratosi forse in piscina. Invece, era una massa tumorale: un nefroblastoma noto come tumore di Wilms. Si tratta di un tumore che si manifesta spesso sotto forma di massa palpabile addominale. Frequente, poi, è anche la presenza di dolore.

Sara, in occasione del World Cancer Day, ha deciso di raccontare la sua storia. A breve compirà 24 anni e, recentemente, si è anche laureata. Da un anno e mezzo circa, Sara è stata dichiarata clinicamente guarita dai medici. Una guarigione che è arrivata soltanto dopo un lungo e faticoso percorso di cure.

Ci sono stati ovviamente momenti duri – racconta a Today.it – il senso di nausea dopo le terapie, il gonfiore, ma ho anche dei ricordi veramente ‘gioiosi’. Giocavamo con i medici, con gli infermieri, con i volontari: c’era un clima quasi di festa. Facendo dei ricoveri programmati, io e gli altri pazienti, capitava che ci trovassimo poi spesso sempre tra di noi, eravamo diventati amici, facevamo gruppo“.

Il tumore era arrivato nel periodo più importante e al tempo stesso più complicato per i ragazzi, l’adolescenza: “Durante i ricoveri vedevo tanti miei coetanei – spiega Sara – soprattutto bambine e ragazze, preoccupati per l’aspetto fisico: l’aumento di peso dovuto alle terapie, la perdita dei capelli. Non bisogna farne un problema. L’importante è la vita, lottare fino alla fine, essere forti psicologicamente. Anche se non è un percorso facile bisogna sforzarsi di affrontare sempre tutto con il sorriso“.

Sconfitto il brutto male, Sara è ritornata a fare quello che le piaceva di più: nuotare. Insegna nuoto ed ha preso diversi brevetti, tornando così a disputare le gare che, a causa della malattia, aveva dovuto abbandonare.

Potrebbe anche interessarti