FOTO. Striscioni in napoletano nel centro storico di Nola. Parla l’ideatore

Nola Nola – La scorsa settimana una foto pubblicata sulla nostra pagina Facebook ha raggiunto un numero altissimo di persone, con circa 5mila condivisioni. Una foto che ritrae uno striscione con la frase: “Chi tene a Mamma è ricco e nun ‘o sape”. Da qui l’idea di conoscere cosa e soprattutto chi ci fosse dietro questo striscione.

Ci siamo recati precisamente a Nola, lì dove si trova lo striscione in questione, e abbiamo scoperto una città con la voglia di fare, una voglia che parte soprattutto dai giovani. Tra i vicoli che si trovano nei pressi di Piazza Duomo troviamo lo striscione, che oggi non è più solo: insieme a lui ce ne sono anche altri ad adornare una zona ben precisa: Via C. De Notaris e Via San Paolino. Entriamo in uno dei pochi locali ancora aperti, visto l’orario del primo pomeriggio e chiediamo informazioni in merito.

Facciamo bingo, perché incontriamo proprio l’ideatore delle installazioni. Lui è Luca Iossa, ideatore del progetto #Nolart. Luca è titolare di uno dei locali più particolari di Nola: “A’ Marenna Risto-pub”, sito in Piazza Marco Clodio Marcello – Via C. De Notaris (vico Piciocchi), un mix di tradizione culinaria che da Napoli, città natale di Luca, si è trasferita a Nola. Una tradizione tramandata dai suoi genitori e ancora prima da sua nonna, definita da molti una maestra della pizza fritta. #Nolart ha l’obiettivo di sensibilizzare e valorizzare il centro storico di Nola.

Tra uno stuzzichino veloce ed un calice di vino, Luca e Rocco, uno dei suoi amici e che con lui collabora al progetto, ci raccontano l’idea di questi striscioni.

“L’iniziativa “#Nolart” nasce da un’idea semplice, incentrata sulla valorizzazione di un territorio che appare sempre più abbandonato a se stesso. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare un’associazione che valorizzi la nostra città. Nola è famosa nel mondo per la Festa dei Gigli, una festa che però porta persone soltanto nel mese di giugno. Vogliamo valorizzare il territorio tutto l’anno con iniziative anche collegate alla celebre Festa dei Gigli”

Come mai la scelta di questi striscioni?
“Volevamo un’idea semplice da realizzare, ma che allo stesso tempo fosse d’impatto. Un’idea che suscitasse un’emozione. L’obiettivo è quello di creare degli striscioni che rievocano versi di poesie napoletane, oppure strofe tratte da canzoni della nostra terra, famose in tutto il mondo” – ci spiega Luca, che aggiunge – “Attraverso questo progetto si vuole sensibilizzare l’opinione pubblica creando un nuovo tipo di esperienza visiva e sensoriale, che porti ad interagire positivamente con i cittadini e con il territorio circostante, creando un “movimento” alternativo, basato sui valori essenziali della vita come l’amore, la famiglia, l’arte e la musica”.

Quali criteri avete adottato per selezionare le frasi?
“Le frasi sono basate su valori che si stanno perdendo, valori essenziali che ci appartengono come: l’amore, la famiglia, l’arte e la musica”.

Questa iniziativa, oltre che da te e dalla tua attività, è sposata anche da altri commercianti della zona?
“Il tutto non è dettato, ovviamente, da scopi commerciali, ma dalla riscoperta delle strade e dei vicoli della città di per sé carica di storia, che sembra ultimamente gettarsi alle spalle un passato tanto glorioso, relegandolo nell’oblio. Sì, in tanti hanno aderito all’iniziativa. Volevo infatti ringraziare tutti coloro che hanno scelto di supportarci quali: La Taverna dei Giglianti, la macelleria Al Vitello D’Oro dal 1951, Fashion look, Gran Clanis caffè e lunghe bar, Acustica Campana, Sisal Matchpoint”.

Quali sono le aspettative prefissate?
“Il proposito di tale iniziativa è quello di creare una maggiore affluenza di persone, provenienti anche dai comuni limitrofi, che si immergeranno in una atmosfera nuova, semplice e coinvolgente”. 

Ci saranno delle iniziative collaterali che supporteranno questa degli striscioni?
“Creeremo degli eventi collaterali per coinvolgere la popolazione, di Nola e dei comuni limitrofi. Organizzeremo altre iniziative, dedicate alla nostra storia e ai luoghi: come le piazze, i vicoli e i palazzi, che sono in un certo senso simbolo di Nola”. 

Per chi volesse immergersi in questa bella iniziativa ed è di passaggio per il bellissimo centro storico di Nola, potrà trovare gli striscioni in Via C. De Notaris e Via San Paolino. Tra le tante frasi che abbiamo avuto modo di leggere citiamo: 

– Chi tene a Mamma è ricco e nun ‘o sape –

– Non dire mai che i sogni sono inutili perché inutile è la vita di chi non sa sognare –

– Siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti i sogni – 

– Ammore verace s’appicceca e’ fa pace – 

– ‘A gente tene ‘o zuccher mocc e ‘o veleno dint o core – 

– Se guardi in cielo e fissi una stella, se senti dei brividi sotto la pelle, non coprirti, non cercare calore, non è freddo ma è solo amore – 

– Che tu possa avere sempre il vento in poppa, e che il Sole ti risplenda sempre in viso, che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle –

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più