Napoletani in Messico: liberato il criminale coinvolto nella loro scomparsa

Nuovo colpo di scena nel caso dei tre napoletani scomparsi in Messico. Come riportato dall’Ansa, è stato scarcerato uno degli arrestati lo scorso 30  luglio, Jose Gualupe Rodriguez Castillo detto “El Quince”. L’uomo è ritenuto coinvolto nella sparizione dei tre napoletani e legato alla criminalità locale. La notizia l’ha diffusa il legale delle famiglie di Antonio e Raffaele Russo e di Vincenzo Cimmino, Claudio Falletti. Quando “El Quince” fu arrestato, sembrava che le indagini della polizia locale fossero a buon punto, al punto che venne indetta una conferenza stampa per annunciarne la cattura.

Anche questa volta, però, sembra ci sia stato un depistaggio, portando nuovamente le indagini ad un nulla di fatto. L’avvocato Falleti da qualche mese sta rintracciando gli atti giudiziari sulla vicenda dei tre napoletani scomparsi. Pervenuto ad un fascicolo di 3,500 pagine circa della Procura di Jalisco, il legale ha appreso che prima della scadenza dei 90 giorni di custodia cautelare agli arresti domiciliari, il procuratore di Jalisco aveva chiesto di fissare l’udienza per decidere del rinvio a giudizio di El Quince, in merito alla sparizione dei tre italiani. “Il giudice, invece, – sottolinea Falleti – non ha ritenuto sufficienti le prove e ne ha disposto la liberazione“.

Nel frattempo, il prossimo 8 marzo il Messico dovrà riferire della vicenda all’Onu. Per quella data, quindi, possiamo attenderci novità. Le famiglie dei tre napoletani da mesi stanno attuando proteste affinché il governo italiano si prenda carico di questa vicenda caduta troppo in fretta nel dimenticatoio.

Potrebbe anche interessarti