Alberto Angela al San Carlo, oltre 4 milioni di telespettatori: come rivedere la puntata

Ieri sera è andata in onda la seconda puntata per programma di punta di Rai 1 “Meraviglie – La penisola dei tesori”  con Alberto Angela alla guida della scoperta delle “meraviglie” d’Italia. Altro grande successo per mamma Rai che ha battuto il film su Canale 5 “Benvenuti al Nord” con  4.186.000 telespettatori e uno share del 19,4 % contro il 10,9 % e 2.200.000 spettatori di Mediaset.

Gli altri dati: Rai 2 Il Collegio 2  ha registrato 1.274.000 telespettatori, share 5,8%; Rai 3 Cartabianca ha registrato 1.165.000, spettatori e 5,7% di share; Italia 1 Le Iene Show ha registrato un netto di 1.829.000 telespettatori, share 10,9%; su Rete 4 Il Segreto ha registrato 1.803.000 telespettatori, share 7,2%; su La7 DiMartedì ha registrato 1.234.000 telespettatori, share 5,9%; su Tv8 Il film Ultimatum alla Terra è stato visto da 507.000 telespettatori, share 2,2%; su Nove Leaving Neverland – Prima parte ha registrato 439.000 telespettatori, share 2%.

Tra le bellezze raccontate dal grande divulgatore scientifico c’è il Teatro San Carlo, nel teatro d’opera più antico del mondo ancora in funzione. Un gioiello incastonato nel centro storico della città, il cui sipario si alza ininterrottamente dal 1737. È stato costruito dai Borbone per mostrare sfarzo e potere. Ha visto rivoluzioni, feste, vita mondana e corteggiamenti. Oggi continua ad essere un regno d’arte e di musica, amato da tutti i napoletani.

Massimo Ranieri racconta poi la sua personale esperienza con il Teatro, conosciuto nell’infanzia.

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha espresso sul suo profilo social grande ammirazione per il racconto del San Carlo fatto da Alberto Angela

Bellissima ieri sera su Rai1 anche la seconda puntata di Meraviglie di Alberto Angela – Pagina Fan Ufficiale, che ci ha mostrato il Teatro San Carlo in tutta la sua maestosa bellezza.

Un saluto a tutti i lavoratori del Teatro dove sono stato qualche giorno fa, non come qualcuno ha detto e scritto, facendo irruzione durante le prove, ma prima dell’inizio, per dialogare e confrontarmi con tutto il personale e discutere del loro futuro.

La rissa istituzionale non la fa chi parla nel merito dei numeri e garantisce, come nel nostro caso nei confronti del San Carlo, un impegno economico triplo rispetto a quello delle altre Regioni. La rissa, invece, la fa chi non lavora e vuole fare ammuina per nascondere la propria nullità amministrativa.

IL VIDEO:

Per rivedere la puntata cliccare qui.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più