Spari in piazza Trieste e Trento, arrestate 6 persone: era una sfida tra clan

Arrestati i presunti responsabili della stesa di piazza Trieste e Trento avvenuta il 19 marzo scorso. I militari hanno dato esecuzione a un decreto di fermo emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia e dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli per 6 persone (di cui una minorenne).

L’accusa è di detenzione e porto illegali d’arma da fuoco, spari in luogo pubblico e danneggiamento, reati aggravati da metodo e finalità mafiose per aver commesso intimidazione da parte del clan camorristico dei «Minichini-De Luca Bossa» nei confronti del clan «Mariano.

Le indagini hanno individuato l’esecutore materiale e il movente: una lite avvenuta il giorno prima tra un uomo affiliato al clan «Minichini – De Luca Bossa» di Ponticelli e uno affiliato al clan «Mariano» dei quartieri Spagnoli.

Potrebbe anche interessarti