Acerra, si fermerà il termovalorizzatore: rischio emergenza rifiuti per la Campania

ACERRA. Il termovalorizzatore a Settembre si fermerà: quel che si rischia è l’emergenza rifiuti. Se fino a quest’anno gli stop all’impianto di Acerra sono stati causati da manutenzioni fisiologiche, di una linea di produzione per volta, a Settembre 2019 potrebbe scattare un blocco di un mese dell’intero impianto, per la manutenzione della turbina, revisionata nel lontano 2013.

Il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca lascia spazio a forti preoccupazioni, secondo il Presidente servirebbe una quarta (nuova) linea per il termovalorizzatore di Acerra, unico in Campania nonché il più grande d’Europa.

A settembre si fermerà tutto l’impianto – afferma De Luca – e credo che sarebbe estremamente utile avere almeno una linea di riserva da utilizzare quando si faranno le manutenzioni. Non possiamo stare ogni volta con il patema d’animo di fronte a pericoli di emergenza ambientale. Ci vogliono due anni per la nuova linea e 120 milioni.

Ad Acerra allora, mentre si raccolgono le preoccupazioni per una nuova catastrofe di rifiuti, i cittadini sperano di non essere lasciati ancora una volta soli.

Potrebbe anche interessarti