Video. Fuochi d’artificio per “festeggiare” l’uscita di prigione: la nuova moda napoletana

Sparare fuochi d’artificio all’esterno del carcere di Poggioreale, sembra essere diventata la nuova moda che si sta diffondendo a Napoli per celebrare la messa in libertà degli ex detenuti dopo aver scontato la loro pena. A denunciare questo atteggiamento decisamente atipico è stato Francesco Emilio Borrelli, sulla sua pagina Facebook.

Ovviamente oltre all’ambiguità del gesto, questa consuetudine “troppo rumorosa” crea non pochi disagi anche a cittadini che con questi festeggiamenti centrano ben poco. Infatti oltre al fastidio causato agli abitanti che risiedono nei pressi del carcere, si creano non pochi disagi alla circolazione costretta a bloccarsi e ad attendere la fine dell’esplosione pirotecnica. Fuochi che molto probabilmente sono illegali e soprattutto fatti esplodere senza nessuna autorizzazione da parte del Comune.

Questo il commento di Borrelli: “Questa è una prassi che si va consolidando giorno dopo giorno, il nuovo trend della Napoli peggiore che deve essere fermato immediatamente. Non è accettabile che nelle strade di Napoli, all’ esterno di un carcere, si consenta a ignoti di bloccare la circolazione, di sparare intere batterie di fuochi illegali, come se nulla fosse. Come se fosse normale. E invece non lo è affatto. Bisogna intervenire subito per dare il segnale che nelle strade pubbliche vigono le regole e le norme del codice stradale e non quelle dei codici della malavita”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più