Festa della Liberazione: tutte le celebrazioni in Campania per il 25 aprile

Maschio AngioinoDomani, 25 Aprile la Regione Campania ha organizzato una serie di cortei ed eventi che si terranno in tutto il territorio. In onore del 74esimo anniversario della Liberazione, il presidente della Camera Roberto Fico sarà a Napoli per le celebrazioni che avranno inizio alle 10.15 al mausoleo di via Posillipo e alle 11 in piazza Salvo D’Acquisto per la deposizione delle corone di fiori in onore ai caduti in nome dell’ideale della liberazione contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l’occupazione nazista.

Fico prenderà parte alla cerimonia, insieme alle autorità cittadine e militari, alla presenza del sindaco Luigi de Magistris. Successivamente, partirà poi un corteo che raggiungerà il Maschio Angioino dove si terrà un’iniziativa pubblica organizzata dal Comune.

Nelle piazze principali di tutto la Campania saranno presenti esponenti dell’Anpi, Cgil, Cisl, Uil e Libera contro le mafie, a testimoniare vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale .

A Salerno, poi, Cgil, Cisl e Uil parteciperanno alle cerimonie promosse da prefettura, comune e provincia, con la deposizione di una corona di fiori alla lapide del partigiano Ugo Stanzione in piazza Vittorio Veneto da dove partirà, alle 10, il corteo che attraverserà tutto il centro cittadino. A piazza Cavour verrà poi deposta una corona d’alloro da parte delle autorità e delle associazioni partigiane, mentre la Cgil deporrà una corona nello specchio di mare di fronte alla piazza in memoria dei migranti morti in mare.

A Caserta è in programma la manifestazione ‘Le radici e le ali’ in piazza Alfonso Ruggiero. Un programma ricco, quello promosso dal coordinamento casertantifascista, con musica, dibattiti e laboratori e la proiezione finale del film ‘Le vie del signore sono finite’, di e con Massimo Troisi.

A Benevento, infine, Cgil, Cisl e Uil con Anpi e Libera saranno al corteo che, partendo alle 9 da piazza orsini, raggiungerà piazza Matteotti.

Una festa che coinvolge tutte le provincie della regione per ricordare il coraggio dei nostri avi che, nel ribellarsi alle barbarie di quegli anni, ebbero la forza di cacciare il nemico.

«Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l’occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma: arrendersi o perire.» Sciopero Nazionale proclamato da Sandro Pertini, 25 Aprile 1945. 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più