Nuova tragedia sul lavoro: operaio napoletano muore travolto dall’autocompattatore

Un nuovo incedente sul lavoro, questa volta la vittima è un operaio di una ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani a Marano, comune nell’area nord della città partenopea.

L’uomo, giovanissimo, aveva 32 anni ed era sposato e padre di due figli, è stato schiacciato dall’autocompattatore con cui era in servizio.

L’incidente è avvenuto durante la notte, e l’uomo, secondo quanto afferma Terra Nostra News, sarebbe scivolato dalla pedana posteriore dell’autocompattatore. Il suo collega alla guida del mezzo, senza accorgersene, lo avrebbe travolto e ucciso facendo retromarcia.

Sul luogo dell’incidente, avvenuto in via Sconditi, nei pressi del municipio, sono intervenuti i mezzi di soccorso e i carabinieri.

Al momento la strada è inaccessibile proprio perchè i militari ell’Arma di via Nuvoletta stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’incidente.

I carabinieri stanno interrogando i testimoni e i responsabili della ditta e al momento sono in attesa del magistrato.

Potrebbe anche interessarti