Armando Del Re si difende: “Non sono stato io a sparare a Noemi”

Napoli – Si difende davanti ai magistrati Armando Del Re, l’uomo accusato di aver sparato in Piazza Nazionale venerdì 3 Maggio colpendo la piccola Noemi e Salvatore Nurcaro. “Non sono stato io, non c’entro niente” ha detto al gip del Tribunale di Siena, Buccino Grimaldi, che domani dovrà decidere se convalidare il fermo o meno.

Gli avvocati di Del Re sostengono che dagli elementi emersi sinora nelle indagini, in particolare le intercettazioni ambientali, non risulterebbero prove capaci di legare Armando Del Re alla sparatoria. L’uomo ha ricostruito i movimenti effettuati quel giorno cercando di convincere i giudici.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più