Mare bianco a Riva Fiorita, scoperti due tubi: “E’ un innesto abusivo”

Le acque della rinomata zona balneare di Posillipo, Riva Fiorita, martedì in tarda mattinata, sono diventate bianche. Una macchia chiara ha invaso il luogo e, dopo tre giorni, si è fatto chiarezza sull’accaduto.

Dei sub, arrivati a Riva Fiorita per un’immersione e alla ricerca di scarichi abusi, poco prima che l’acqua cambiasse colore, raccontano al Mattino di aver trovato due tubi: “Stando alla nostra esperienza in mare, su una delle due condotte dovrebbe esserci un innesto abusivo”, spiega il sub Carmine Meloro, presidente della commissione Ambiente della IV Municipalità.

I due uomini hanno ritrovato un pezzo di metallo corrosivo e, si pensa, molto vecchio, dal quale fluiva del composto rassomigliante alla polvere di marmo o ad un additivo, di quelli utilizzato in campo edile. Fenomeni del genere non sono nuovi a Riva Fiorita. Infatti, un avvenimento affine è stato denunciato pochi mesi fa, a marzo. L’Arpac verificherà la tossicità del composto ritrovato dai sub e, nei prossimi giorni, si aspetta la campionatura dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più