Uomo disperato tenta il suicidio: voleva lanciarsi dalla finestra della sua casa

picchia madre e sorellaE’ successo a Nola in provincia di Napoli. Un uomo preso dalla disperazione più totale aveva deciso di mettere fine alla sua vita. Voleva tentare il suicidio lanciandosi nel vuoto. Grazie ad una segnalazione fatta alle forze dell’ordine,  subito gli agenti si sono precipitati sul posto e hanno trovato l’uomo sul davantale della sua finestra in piedi con tutte le intenzioni di lanciarsi.

Tempestivamente gli operatori di polizia unitamente ad una pattuglia dei carabinieri si sono portati al piano del presunto suicida salvandolo dal insano gesto.

Sulla vicenda è intervenuto Giuseppe Raimondi , Segretario Generale Provinciale del sindacato di polizia Coisp di Napoli il quale ha dichiarato: “ La mia prima considerazione va all’alto senso del dovere, alla abnegazione ed alla professionalità dei poliziotti del Commissariato di Nola, i quali dopo aver soccorso e tratto in salvo la persona sottraendola a morte certa con grande professionalità, hanno immediatamente allertato l’ambulanza per le cure del caso. I colleghi per l’ennesima volta hanno dato atto di sprezzo del pericolo e contestualmente rispetto delle norme riuscendo, grazie alla conoscenza di tecniche operative, a bloccare l’uomo che versava in evidente stato di alterazione psichica. Questa è solo l’ennesima conferma del fatto che i poliziotti sono angeli in divisa, pronti ad intervenire in ogni situazione di pericolo e difficoltà del cittadino, pronti a salvare vite umane mettendo a rischio la loro stessa incolumità.  Il mio plauso va a loro ed al contempo sono sicuro che il dott. Emilio Basile , dirigente del Commissariato di Nola, nonché lo stesso neo Questore dott. Alessandro Giuliano,  sapranno  ricompensare i loro uomini per la brillante operazione conclusa”.

Potrebbe anche interessarti