Estorsione e appalti gestiti dalla camorra: tutti i nomi delle persone arrestate

Sono state arrestate le 7 persone ritenute responsabili a vario titolo di concorso esterno in associazione mafiosa e concorso in estorsione con l’aggravante di aver commesso il fatto per finalità mafiose avvalendosi della forza d’intimidazione che promana dal sodalizio camorristico dei clan Di Gioia-Papale e Falanga operanti in Torre del Greco. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere ha colpito: Vaccaro Ciro, Garofalo Maurizio, Papale Luigi, Oriunto Andrea, Magliulo Franca, Sorrentino Raimonda, Gaudino Domenico, secondo quanto riportato da tvcity.

L’indagine che ha portato all’arresto di queste persone è sorta nel 2012, al termine dei lavori svolti dalla Commissione d’accesso al Comune di Torre del Greco che aveva passato al setaccio tutti gli atti amministrativi dell’epoca e le gare espletate. Questa attività investigativa ha evidenziato una pluralità di condotte estorsive in danno di imprese edili impegnate in lavori pubblici, servizi e forniture pubbliche nel Comune di Torre del Greco, in particolare la raccolta dei rifiuti solidi urbani ed i lavori di recupero dell’edificio comunale, ex pescheria borbonica, sito in Largo Costantinopoli, da adibire a Comando di Polizia Municipale.

Il gruppo camorristico applicava quello che è stato definito “Il sistema Vaccaro”: cioè si stabiliva una quota estorsiva pur di aggiudicarsi una gara d’appalto bandita dal Comune o per evitare di ricevere danni al cantiere. 

Inoltre nei confronti di Vaccaro Ciro è stato emesso un decreto di sequestro preventivo d’urgenza, relativamente a beni mobili, immobili e quote di società per un valore complessivo di euro 3.000.000,00.

Potrebbe anche interessarti