Giovane padre ottiene il Reddito di Cittadinanza: in cambio pulisce la città gratis

Castelvetrano – Una delle critiche maggiori mosse alla manovra del Reddito di Cittadinanza è quella che avrebbe consentito a tantissimi sfaticati di guadagnare senza far nulla. In particolare, si diceva che principalmente i meridionali ne avrebbero approfittato per oziare utilizzando i sussidi dello Stato, in barba a tutti gli altri contribuenti.

Un giovane di Castelvetrano, in provincia di Trapani, sta dimostrando che mai accusa fu più immotivata. Giovanni Benito Firenze è sposato ed è padre di un bambino di 5 anni. Ha sempre voluto lavorare per la sua famiglia e per la sua stessa dignità. Così, quando ha ottenuto il Reddito di Cittadinanza, non ha voluto stare con le mani in mano ad aspettare che gli venisse proposto un lavoro.

“Non voglio percepire un aiuto economico dallo Stato senza far nulla per ricompensare la comunità” ha dichiarato Giovanni. Così ha iniziato a ripulire le strade del centro di Castelvetrano: dalla stazione fino al Museo Civico, meta di numerosi turisti. Ogni mattina si sveglia e gratuitamente estirpa erbacce, pulisce i marciapiedi ed i muri del suo Comune.

“Specialmente in questo periodo, – dichiara – i turisti vanno al museo civico e io che ci abito vedo come si muovono e mi dava fastidio che faceva foto ai marciapiedi pieni di erbacce. Quando mi affaccio dal balcone di casa mia mi piace vedere tutto pulito. Ecco perché ho iniziato proprio dalla mia strada”.

Il gesto di Giovanni è quello che dovrebbe rappresentare davvero il Reddito di Cittadinanza. Le persone vogliono lavoro, dignità, poter partecipare alla comunità con il loro operato, non vogliono elemosina o modi per oziare pagati. Uno smacco a tutti coloro che hanno frodato per ottenere simile sussidio ed a tutti quelli che veramente lo stanno usando come una scappatoia.

Potrebbe anche interessarti