“Montalbano terrone rompico**ni”. La protesta contro Feltri: “Parole vigliacche e cattive”

Si infiamma la protesta contro le parole di Vittorio Feltri sulle condizioni di Camilleri. A denunciare il Direttore di Libero sono stati questa volta lo scrittore Maurizio De Giovanni, il conduttore Gianni Simioli e il politico Francesco Emilio Borrelli. Gli stessi hanno parlato ai microfoni di “Radiazza”.

Primo a parlare è stato De Giovanni, il quale ha detto che: “Le parole di Feltri su Camilleri sono un atto di vigliaccheria e di profonda cattiveria. Tra l’altro sono fuori luogo i continui riferimenti al concetto di ‘terrone’. Senza tenere conto che Feltri, in base ad una ricostruzione stravagante, parte dall’ipotesi del trapasso di Camilleri per arrivare ad attaccare il segretario del Pd Zingaretti in quanto fratello dell’attore che interpreta il commissario Montalbano nella serie della Rai”.

Non si può tacere davanti a questa vergogna. Non possiamo accettare – affermano invece Borrelli e Simioli – che un grande scrittore in grave stato di salute sia trattato in questo modo. Sarebbe il caso che si desse una regolata, rispettando in primis il suo lavoro e in secondo luogo sé stesso. Non è il caso, alla sua età, di trascendere in questo modo per far parlare di sé”.

Tutto il mondo della cultura e della stampa meridionale ha deciso di schierarsi contro le parole Feltri. Il tema del ruolo del linguaggio e della stampa riguarda tutti. 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più