Il tabaccaio aggredito nella metro a Chiaiano non ce l’ha fatta: deceduto stanotte

tabaccaio aggredito chiaianoNapoli – Ulderico, il tabaccaio colpito con un pugno al volto lo scorso 9 giugno non ce l’ha fatta. Ha perso la vita dopo quasi un mese di ricovero presso l’ospedale Cardarelli.

La notizia è giunta poche ore fa. Ulderico Esposito ci ha lasciati questa notte a seguito di un’emorragia cerebrale dovuta ad un colpo molto forte al volto. Ulderico lavorava alla stazione metro di Chiaiano, era un tabaccaio. La sua grande colpa è stata quella di chiedere al proprio aggressore di spostarsi dall’ingresso del suo esercizio. Non è stata presa bene dall’uomo di 36 anni che ha reagito violentemente.

Ulderico aveva solo 52 anni. Lascia la famiglia che ha fatto di tutto per sostenerlo. Nei giorni scorsi infatti la moglie ha comunque aperto il negozio. Ha anche ricevuto visite dall’assessore Alessandra Clemente e dal primo cittadino Luigi de Magistris.

Un episodio che fin dal principio era inaccettabile, oggi è diventato tragedia. Non ci resta che stringerci intorno alla famiglia e sperare che violenze del genere, gratuite, un giorno finiscano.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più