Albiol: “Napoli sarà sempre una casa, ringrazio i tifosi. Scudetto? Se dovesse vincere..”

“Sei anni incredibili, mi sono sentito sempre come a casa. Voglio ringraziare la gente, la città, i tifosi e la società del Napoli perché ho passato qui i migliori momenti della mia carriera. È stata dura lasciare Napoli soprattutto per l’affetto della gente, non è facile cambiare ma ho pensato che fosse ora il momento giusto”.

Queste sono state le parole di Raul Albiol, su Radio Kiss Kiss Napoli, dopo l’ufficialità del suo trasferimento al Villareal. Il difensore azzurro, protagonista di una grande crescita professionale al Napoli ha deciso di continuare la sua carriera altrove. Nessuna costrizione, nessun litigio, nessun diverbio con nessuno, solo una scelta presa con la massima serenità, di chi sa che a prescindere da tutto lascerà in questa terra un ricordo bellissimo.

“L’interesse del  Villarreal è forte da due anni e allora è arrivato il momento di dire addio ma porterò tutto sempre nel cuore. Dal primo giorno sono stati la mia famiglia per questo ritorno a casa per iniziare una nuova avventura. Penso che il Napoli nel secondo anno di Ancelotti andrà ancora meglio, la squadra lo conosce di più e i rinforzi che si stanno prendendo sono ottimi, il mister è uno dei migliori d’Europa”

E poi quel sogno tricolore sfiorato nell’ultimo anno di Sarri e che Raul ricorda con un pizzico di rammarico: “Quell’anno ci abbiamo creduto tutti soprattutto dopo la vittoria di Torino contro la Juventus. Alla fine della stagione se il Napoli dovesse vincere lo scudetto sarò qui a festeggiare”.

Ma la speranza si sa è l’ultima a morire e anche la realtà dei fatti lascia buoni auspici: “Il Napoli ha un grande futuro e sono sicuro che riuscirà a vincere nei prossimi anni perché ha una grande squadra, un grande allenatore e questo è l’importante”.

Dopo le belle parole rivolte alla sua Napoli, Raul non si è risparmiato nel fare i complimenti ai suoi ormai ex compagni di squadra, in particolare Fabian Ruiz:Fabian Ruiz è un ragazzo con la testa sulle spalle, è un bravo ragazzo, gioca a calcio molto bene. Ha tutto per trionfare e per essere un giocatore di livello mondiale. Il Napoli ci ha visto lungo, ogni anno crescerà sempre di più”.

Ha concluso l’intervista parlando di Sarri:Il calcio è così, tante volte è successo: passaggi da una squadra all’altra alla fine è una scelta che è normale che ai tifosi del Napoli non piacerà ma ognuno deve rispettare le scelte degli altri”.

 

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più