Una targa per le vittime della Caterina Costa: esplose nel porto di Napoli

Napoli – La commissione toponomastica presieduta dal Sindaco Luigi de Magistris ha deciso di ricordare con una targa, che verrà apposta nel Mausoleo di Posillipo, i caduti dell’equipaggio della Caterina Costa che il 28 marzo del 1943 esplose nel porto di Napoli. Una tragedia dimenticata, insabbiata dal regime fascista, di cui ancora oggi si parla troppo poco. Ben venga, quindi, una simile iniziativa.

La Commissione ha anche deciso di intitolare uno slargo, nei pressi di Via Paladino accanto all’Università Federico II a Maria Giuseppina Castellano Lanzara, che fu direttrice della Biblioteca universitaria. Una figura che viene ricordata, tra l’altro, per un episodio particolarmente toccante in quanto durante il secondo conflitto mondiale mise in salvo le più importanti e preziose collezioni della Biblioteca che non chiuse mai neppure nelle giornate più tragiche per la nostra Città.

La Commissione toponomastica, quindi, ha dedicato la sua recente attività alla riscoperta di un passato dimenticato della nostra città, affinché resti memoria di simili tragedie ed imprese.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più