Cruciani annuncia la chiusura de La Zanzara: “Il prossimo anno sarà l’ultimo”

Giuseppe Cruciani annuncia la chiusura de “La Zanzara” il suo storico programma radiofonico condotto insieme a David Parenzo su Radio 24. La trasmissione è nota ai napoletani per le tante polemiche nate negli anni tra partenopei e Cruciani, che spesso e volentieri ha provocato questi ultimi giocando su facili pregiudizi.

Queste le parole del giornalista a Tvblog :«Penso che l’anno prossimo sarà l’ultimo della Zanzara. In un anno può succedere di tutto ma io ho sempre agito d’istinto e la sensazione attuale è che quella che comincerà il 2 settembre, sarà l’ultima stagione, il format non è esaurito, si può rinnovare. Il discorso ha a che fare con la fatica quotidiana nel costruire sempre qualcosa di nuovo ed originale. La mia è una ricerca ossessiva e l’ossessione genera fatica. Ci si diverte, ma se l’ossessione prevale, questo peso sovrasta il divertimento. In precedenza lo sentivo meno, una volta il sabato e la domenica rappresentavano una pena. Adesso comincio a desiderare l’arrivo del venerdì sera. Non lo vedo come una liberazione, ci mancherebbe. Ma non provo quel senso di sofferenza nel distacco che avevo prima. Al contrario sento sollievo. Forse, ripeto forse, è il momento di interrompere».

Cruciani prosegue puntualizzando : «A Radio24 godo della massima libertà, credo sia l’unico posto dove questa sia garantita al massimo. Capita di avere qualche problema per il linguaggio o i contenuti, qualcuno si lamenta, ma li reputo problemi minori. Molti criticano Confindustria perché mandano in onda una trasmissione considerata zozza e volgare, ma a mio avviso, è sintomo di grande apertura mentale. Raramente ho visto un posto come Radio24, c’è grande pluralità di sensibilità e opinioni».

Conclude poi rispondendo alla domanda se continuerà a lavorare alla radio : «Non ne ho la minima idea, al momento non ci penso, non è che smetto di lavorare. Di sicuro non riproporrò il format altrove, un’eventualità che non si pone assolutamente. Una volta avevo in testa una prospettiva: passare luglio e agosto in montagna e settembre-ottobre a Formentera. Beh, questa prospettiva la vedo più vicina di un tempo».

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più