Pompei, gli ex voto della città romana emergono dal tempio di Atena

Antefissa del IV sec. a.C.

Pompei non smette mai di regalare tesori. Gli scavi in corso nel Foro Triangolare stanno restituendo molti manufatti, tra cui un’antefissa che raffigura la dea Athena che decorava il tempio dorico dedicato alla dea della sapienza.

L’antefissa è datata, come posta il direttore Massimo Osanna su Instagram, alla fine del IV secolo a.C. Gli scavi nel santuario di Atena, in collaborazione con l’Università Federico II, stanno restituendo anche terracotte offerte come ex-voto alla dea, datate al III secolo a.C.

Questi reperti confermerebbero la dedica del tempio alla coppia Eracle-Athena, situato sulla terrazza di Pompei che affacciava sul golfo.

L’antefissa di Pompei data la somiglianza, secondo gli esperti e come riporta Repubblica.it, potrebbe esser stata realizzata con la stessa matrice di quelle del tempio di Stabiae, rinvenuto in località Privati.

Il tempio di Atena ed Eracle era dorico e costruito nel VI secolo a.C. interamente in calcare, con tetto in terracotta policroma.

Un’iscrizione osca ne ha permesso l’attribuzione ad Atena e la dea compare associata ad Eracle anche nella decorazione fittile, in sculture a tutto tondo, rilievi e antefisse.

Ex-voto del III sec. a .C.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più