De Luca: “Il governo si è squagliato. Mettere in campo movimento meridionalista”

de lucaIl Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca questa mattina ha tenuto un incontro a Napoli dove è intervenuto sul Governo e le sue problematiche.

Il governo si è squagliato”. Parole forti quelle arrivate da parte del presidente che non ripone più fiducia negli attuali governanti e soprattutto nella mozione di sfiducia chiesta dal leader della Lega Matteo Salvini nei confronti del premier Conte.

De Luca ha un’idea ben chiara però, quello di creare un movimento meridionalista che nasca dalla Campania per combattere l’iniziativa aggressiva della Lega.
Per farlo però c’è bisogno di partire da un grande piano per il lavoro.

Queste le parole di Vincenzo De Luca:
Stiamo arrivando al dunque in Italia, non si scherza più. Se prevale un ipotesi leghista si apre per il sud una stagione di drammatico declino. In Campania lavoreremo per unire delle forze meridionaliste. Tutto il resto francamente passa in secondo piano.
Altre priorità sono sicurezza, scuola e politiche ambientali all’avanguardia in tutta Italia. Bisogna rispondere a Salvini con un alleanza meridionalista. Ci giochiamo il nostro futuro.”

E’ arrivato il momento di mettere in campo dalla Campania un movimento meridionalista“, ha tuonato.

Il presidente ha poi continuato dicendo che: “Questa è l’alleanza che dobbiamo realizzare, partendo dal popolo e dai giovani disoccupati del Sud che sarebbero le prime vittime di un successo leghista in Italia. Anche simbolicamente oggi parte il Piano per il Lavoro in concreto per la Campania.”

Un discorso molto sentito quello del presidente che mostra tutto il suo sostegno verso i giovani del Sud. Cerca di attuare un’alleanza politica con le altre regioni meridionali proprio perché un governo nelle mani di Matteo Salvini potrebbe distruggere i giovani del Sud.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più