Panico sul volo Sharm-Napoli: “I bambini urlavano, pensavamo di precipitare”

Napoli – Terrore in aereo per 122 italiani di ritorno dalle vacanze. Il volo AMC Airlines YJ 02741 era partito dalla nota località turistica egiziana di Sharm El Sheikh e sarebbe dovuto atterrare all’aeroporto di Capodichino, a Napoli, intorno alle 14,30 di ieri pomeriggio.

L’aereo, però, si è scontrato con uno stormo di uccelli. L’impatto ha danneggiato gravemente il velivolo, colpendo anche uno dei motori. Il comandante ha annunciato subito il problema ai passeggeri a bordo, specificando che avrebbero compiuto un atterraggio di emergenza al Cairo.

L’atterraggio è avvenuto senza ulteriori intoppi ed il volo è ripartito dal Cairo alle ore 18,10 locali, operato con un Boeing 737-86Q, come reso noto dal sito dell’aeroporto della capitale egiziana, ed è atterrato a Capodichino alle 20,48 di sera. I passeggeri hanno potuto, quindi, riabbracciare i loro cari fra sorrisi di gioia e pianti di disperazione.

Infatti, nel momento in cui il comandante ha diramato l’annuncio del guasto si è scatenato il panico a bordo. “Ci sono stati lungi momenti di terrore a bordo, i bambini piangevano e’ stata un’esperienza terribile” raccontano i passeggeri. “Eravamo partiti da un paio d’ore quando il comandante ci ha detto che saremmo atterrati al Cairo per un guasto tecnico. – spiega una ragazza – C’e’ stata molta paura, poi quando siamo scesi abbiamo visto il vetro della cabina di pilotaggio lesionato. Ora e’ finita, sono a casa e voglio una pizza”.

“La cabina era piena di pianti, urla di bambini. E’ stata un’ora di terrore dopo che ci hanno detto del guasto, – racconta un’altra giovane napoletana – forse sarebbe stato meglio se non ci avessero avvisato, c’era un po’ di turbolenza ma nessuno si stava spaventando.” “Pensavamo di precipitare afferma un giovane al suo primo volo.

Potrebbe anche interessarti