Zingaretti al Quirinale: “Abbiamo detto di sì al M5S per il nome del premier”

Oggi, 28 agosto 2019, è il secondo giorno di consultazioni al Quirinale. Alle 16 il presidente della Repubblica ha ricevuto la delegazione del Pd.

Seguiranno poi quelle della Lega e del M5S. Da poco ha parlato Nicola Zingaretti, segretario del Pd dopo le consultazioni al Colle.

Alla luce degli equilibri parlamentari abbiamo riferito al presidente di aver accettato la proposta del M5s di indicare in quanto partito di maggioranza relativa il nome del presidente del Consiglio dei ministri. Questo nome ci è stato indicato dal M5s nei giorni scorsi”, ha affermato.

Sottrarci alla possibilità di tentare è l’unica cosa che non possiamo permetterci come democratici – Dobbiamo mettere fine alla stagione dell’odio. È l’Italia bene che sconfigge la paura con la speranza e sa opporre all’odio la concordia e la condivisione”, così ha continuato Nicola Zingaretti.

Deve essere chiaro che non ci deve essere nessuna staffetta da continuare, ma l’inizio di una nuova stagione politica e sociale“, ha affermato il segretario del Pd.

Possiamo superare le difficoltà economiche, un governo nuovo per i ragazzi e le ragazze, per i diplomati e laureati che sono andati fuori. Un Governo per coloro che cercano lavoro, un governo che investa nelle imprese. Metteremo fine alla stagione dell’odio e del rancore, un’Italia che studia, lavora e che produce“, ha concluso.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più