Arrestato pericoloso latitante per abuso di minore. Su di lui pendeva un mandato di cattura Europeo

Durante la giornata di ieri, mercoledì 28 agosto, un uomo di 42 anni è stato arrestato a Caserta. Su di lui pendeva un mandato di arresto europeo a seguito di un abuso di minore nel suo paese.

Si tratta infatti di un rumeno che nell’ormai lontano 2010, nella città di Bicaz in Romania, ha abusato di una minorenne. Fu aiutato da un complice. Con una scusa i due hanno trascinato la ragazza nel bagno di un bar per poi approfittarsi si lei.

Dopo i fatti il 42enne fu subito arrestato, ma bisognerà aspettare il 2017 per attendere il verdetto ufficiale. Visto che ormai erano passati 7 anni, l’uomo era già stato scarcerato e riuscì a fuggire dal suo paese.

Da quel punto in poi ha iniziato a pendere su di lui un mandato di cattura europeo. Perché oltre all’accusa di abuso su minore è stato accusato e condannato anche per altri reati, soprattutto di natura patrimoniale.

Per questo motivo che la polizia di mezza Europa si è messa sulle sue tracce. Considerato un uomo molto pericoloso e violento non poteva rimanere a piede libero. D’altronde anche qui in Italia, dove si rifugiava da più di un anno, ha commesso alcuni reati patrimoniali.

Così dopo i grandi sforzi della squadra mobile di Caserta, in collaborazione con il Servizio Cooperazione Internazionale di Polizia, lo hanno arrestato. L’uomo è stato trovato in un appartamento di Villa di Briano dove trascorreva la sua latitanza grazie all’aiuto di alcuni connazionali.

Potrebbe anche interessarti