Scooter con 4 persone a bordo non si ferma all’alt dei carabinieri. Borrelli “Maggiori controlli e tolleranza zero”

borrelli 1Boscoreale– Uomo in sella ad uno scooter non si ferma all’alt dei carabinieri. Portava con sé ben 3 passeggeri.

Sempre più spesso vediamo in giro scene folli sui motorini. E molte volte ci sono anche dei bambini innocenti coinvolti. Già perché se un padre, come in questo caso, decide di portare moglie e due bambini su uno scooter la colpa non è di certo dei piccoli. Purtroppo in questo modo non si attuano solo atti illegali ed infrazioni stradali,  ma si travisa la mente del bambino su cosa sia giusto e cosa no.

Però mai era successo che uno scooter in queste condizioni (4 persone a bordo) non si fermasse ad un alt. Se i carabinieri avessero inseguito lo scooter avrebbe potuto provocare una corsa esponendo i due bambini in grosso pericolo. Come invece è accaduto a Torre del Greco.

La scelta dei genitori è quindi una scelta folle, rischiando di volta in volta per la propria incolumità e quella dei propri cari. Questo è l’ultimo capitolo di una saga che non vorremmo più vedere.

Sulla questione è intervenuto Francesco Emilio Borrelli, consigliere della Regione Campania. Queste le sue parole:
Il caso dell’uomo che, fermato dai carabinieri mentre era in moto con moglie e due figli, è fuggito contromano lungo una strada a scorrimento veloce non è che l’ennesimo capitolo di una serie di comportamenti sconcertanti che, oramai, stanno diventando abituali“.

Da mesi denunciamo il fenomeno delle persone che trasportano minori a bordo degli scooter nelle modalità più pericolosi. Senza casco, compressi tra più passeggeri o addirittura in piedi. Questo caso è andato oltre perché si è verificata la fuga contromano al seguito dell’alt dei carabinieri ma le nostre strade sono frequentate ogni giorno da soggetti che agiscono in questo modo“.

Alcuni bambini sono vittime dei livelli di incoscienza altissimi dei loro genitori. La nostra richiesta è che i controlli sulle nostre strade diventino sempre più serrati e con tolleranza zero per debellare un fenomeno incivile e pericoloso“.

Potrebbe anche interessarti