Sanità d’eccellenza in Campania: asportato tumore al cervello da paziente sveglio

tumore al cervello paziente sveglio
Foto di repertorio

La tecnologia e le evoluzioni della tecnica non smettono mai di stupire al giorno d’oggi. Lo sanno bene i medici e gli infermieri dell’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, che ieri hanno realizzato un intervento d’eccellenza: asportare un tumore al cervello ad un paziente sveglio. 

L’operazione si è svolta  nella giornata di ieri ed ha coinvolto l’equipe guidata dal prof. Michele Carandente. Il paziente è un trentenne originario di Castellammare di Stabia, il quale si è visto salvare la vita grazie alla nuovissima tecnica dell’awake craniotomy. Grazie a quest’ultima innovazione, i chirurgi sono riusciti ad asportare completamente la massa costituente il tumore al cervello con l’ausilio del monitoraggio neuromotorio, al fine di ridurre al minimo eventuali lesioni.  Il tutto si è svolto in sole quattro ore. 

Oltre al prof. Carandente, hanno operato i suoi collaboratori Agostino Bosone e Giovanni D’Onofrio. La componente anestesiologica (diretta dal primario Mario Iannotti) è stata affidata al dottor Domenico Carbone e agli infermieri del complesso operatorio dell’Umberto I, Francesca Russo, Annamaria Scola e Francesca Carmine Ventura.

Insomma, ci troviamo dinanzi ad un’altra eccellenza ospedaliera della nostra regione. Un plauso all’equipe di medici e a tutto l’ospedale di Nocera Inferiore per il grande risultato. Ad maiora!

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più