Napoli: incivili rovinano il bellissimo percorso della Pedamentina

PedamentinaNapoli– La Pedamentina di San Martino  è uno dei luoghi più turistici della nostra città. Centinaia di persone la percorrono ogni giorno per ammirare le bellezze di Napoli dall’alto. I cittadini però non rispettano molto questo luogo.

Non lo rispettano perché quotidianamente si notano cumuli di immondizia di qualsiasi genere lungo il percorso. Soprattutto al termine della Pedamentina, quando si incrocia con il corso Vittorio Emanuele.
Partendo dalla bellissima piazza di San Martino infatti è possibile raggiungere il corso attraverso tale Pedamentina. Continuando il percorso ci si trova nel bel mezzo del centro storico.

Pedamentina 2Una strada quindi dalla grande storia e dalla grande attrazione turistica. Questo caso però, come molti altri, non ha il sostegno dei propri cittadini. Non si può parlare di altro se non di inciviltà. Questo significa non avere amore verso la propria città e verso i propri concittadini.

Tutto questo va a danno ovviamente della città e dei turisti che si aspettano di trovare un percorso pulito. Ma va anche a danno degli incivili stessi che bramano il male di Napoli. Il turismo infatti è una delle fonti primarie di entrate comunali. Minarlo in questo modo mina anche le possibilità economiche della città.

Sul caso dovranno ovviamente intervenire le istituzioni. In altre aree sono state per esempio allestite delle telecamere per individuare i colpevoli di questi atti. O ancora si potrebbe proporre un maggiore controllo dell’area visto che è una zona comunque ad alto rischio. Durante i mesi estivi infatti è una delle zone più gettonate dai rapinatori.

Napoli tutta si augura che il Comune possa intervenire in qualsiasi modo purché riporti prosperità alla zona e a tutta la città.

Le foto sono state inviate da una cittadina al consigliere Francesco Emilio Borrelli: “Questo è lo spettacolo che si trovano di fronte i turisti e i napoletani quando arrivano alla fine della Pedamentina. Che vergogna! Abbiamo inviato una segnalazione all’Asia per bonificare questo scempio“.

Potrebbe anche interessarti