Enzo Avitabile presenta il nipote al concerto: “È metà marocchino, mi spiace Salvini”

Foto Facebook-Enzo Avitabile (official)

Un tripudio di allegria e di napoletanità. Solo così si può descrivere il concerto tenuto da Enzo Avitabile in Piazza del Plebiscito. Il musicista napoletano condisce la serata con omaggi alla sua terra e momenti di tenerezza. In uno di questi, come riportato dal Corriere del Mezzogiorno, Enzo Avitabile presenta il nipotino all’immenso pubblico di fan accorso in piazza: un bimbo napoletano nel sangue, ma per metà marocchino.

Naturalmente, non si poteva non immaginare che il concerto di Avitabile avrebbe fatto ballare e cantare tutta Piazza dle Plebiscito. Il maestro si è esibito nei suoi più grandi successi, tra cui “Soul Express”, sempre accompagnato dalla sua miriade di fan, e “Mane e mane”. Un pezzo commovente, quasi un inno alla solidarietà in un tempo in cui l’empatia potrebbe sembrare morta.

Ed è ai più piccoli che Avitabile dedica un’attenzione speciale. A un certo punto della serata chiede un applauso per tutti i bambini che sono con lui, e anche ai loro genitori. Il pubblico si scatena in un applauso nel momento in cui il musicista porta con lui sul palco una bimba. Di certo, però, i fan non immaginavano che il cantante avrebbe donato loro anche un pezzo del suo cuore durante la serata.

A un certo punto, il musicista partenopeo dichiara di voler fare “una cosa che di solito non fa mai“. È così che Enzo Avitabile presenta il nipotino, un bimbo di pochi mesi. “È per metà marocchino e metà italiano, ma napoletanissimo, è nato qui“, dichiara il cantante. “Mi spiace per Salvini“.

Del resto, un musicista come Avitabile non poteva che essere fiero di un nuovo arrivo così in famiglia. Nessuno più di lui ha saputo coniugare sapientemente i ritmi dell’Africa nera alla vena napoletana, creando uno stile musicale unico nel suo genere. Grazie maestro! Continua a far ballare e sognare Napoli.

Potrebbe anche interessarti