Cento scienziati in arrivo nel Cilento per studiare i segreti dei centenari

anziani04Oltre 100 scienziati stanno per arrivare in provincia di Salerno. L’obiettivo? Scoprire e preservare le abitudini dei centenari del Cilento. Secondo quanto riportato dal quotidiano Repubblica, proprio questo sarà il luogo privilegiato di un summit internazionale sulla longevità e su nuovi modelli di medicina.

Già in passato la University of California-San Diego School of Medicine aveva pubblicato un avviso sorprendente sulla sua homepage: “un remoto villaggio italiano potrebbe custodire i segreti della longevità“. Il remoto villaggio di cui parlavano era di fatti Acciaroli, splendida cittadina del Cilento. Qui, complici il movimento quotidiano e un’alimentazione equilibrata, si registrava un’altissima percentuale di centenari.

Un tesoro da preservare, quello della longevità, ma anche da studiare attentamente. Scienziati dagli Stati Uniti, dalla Germania, dalla Corea, ma anche dalla Russia, dal Giappone e dal Libano sono arrivati qui per scoprire i segreti dei centenari del Cilento.

Qui ho incontrato persone fantastiche” racconta il professore Salvatore Di Somma, direttore della scuola di specializzazione in Medicina d’emergenza alla Sapienza di Roma. “97enni che leggono il giornale o addirittura che guidano l’automobile. Anziani che fanno cose che coetanei di altre zone non fanno“.

Questa eccezionale longevità è legata sicuramente ai noti benefici della dieta mediterranea, ma anche a molti altri fattori. Tra questi bisogna considerare il corredo genetico e l’attività fisica quotidiana, sempre necessaria in paesini come quelli del Cilento, con la loro conformazione e le loro alture. Da non escludere anche i vantaggi di un particolare approccio psicosociale familiare, che rischia di venire meno con le nuove generazioni.

Questo prezioso modello di vita, spiega il professore Di Somma, “rischia di scomparire, sempre più messo in pericolo da cattive abitudini alimentari e da nuovi stili di vita“. È dunque necessario educare le nuove generazioni a seguire uno stile di vita che somigli sempre più a quello dei nonni.

È proprio questo lo scopo del convegno di domani, che vedrà scienziati e ricercatori riuniti a Cuccaro Vetere. “Il nostro obiettivo è difendere e sostenere lo stile di vita dei nostri nonni e per fare ciò è necessario sostenere le aziende agricole, i prodotti a chilometro zero, le imprese locali“, afferma Aldo Luongo, sindaco di Cuccaro. “E poi è necessario custodire i valori di un tempo e farli conoscere alle nuove generazioni”.

Potrebbe anche interessarti