La storia di Gabriele, da Viareggio ad Aversa: “Qui al Sud mi sento realizzato”

Foto Facebook-Gabriele Distefano

Ci sono delle storie che, a sentirle, potrebbero sembrare la trama di un bel film o di un romanzo a lieto fine. E la parte più bella è scoprire che si tratta di storie vere. È il caso di Gabriele Distefano, un giovane originario di Viareggio che da alcuni anni vive ad Aversa. Gabriele ha fatto carriera proprio qui, al Sud, e ha deciso di raccontare la sua storia a tutti coloro che credono non ci sia speranza per i giovani del Meridione.

Mi sono trasferito a fine marzo del 2018 per esigenze di famiglia in un paesino vicino Aversa“. Così comincia il racconto di Gabriele. L’esperienza di un trasferimento al Sud potrebbe apparire scioccante, o rappresentare un “passo indietro”. Eppure la sua storia ci dimostra l’esatto contrario.

Tramite amici di famiglia ho iniziato a lavorare come salumiere. Sono rimasto in un caseificio per circa un un anno e mezzo per poi essere chiamato da una delle migliori macellerie e salumerie. Il caseificio aveva anche il ristorante così mi chiesero di fare i taglieri, e da lì ho iniziato una vera e propria passione che è stata notata dal mio attuale datore di lavoro“.

Per Gabriele Distefano preparare i taglieri non è un semplice compito, è un’arte. E la sua arte non passa inosservata.  “Al caseificio erano molto contenti del lavoro che svolgevo, così mi consigliarono di aprire una pagina di Facebook e Instagram“. Ad oggi, la Pagina “Il boss dei taglieri” vanta già più di 300 seguaci. Qui Gabriele delizia i suoi fan con i taglieri da lui preparati, uno spettacolo per la vista e una prelibatezza per il palato.

Sono cresciuto a livello personale e lavorativo“, conclude Gabriele. “Mi sono fatto molti amici e ho un lavoro soddisfacente grazie alla provincia di Napoli e Caserta e a tutta la Campania. Non è vero che non c’è lavoro al Sud.. il lavoro c’è ma bisogna essere disposti a fare sacrifici e a metterci passione“.

Potrebbe anche interessarti


Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più