Loading...

Capodimonte, parte del Museo a rischio chiusura per mancanza di personale

capodimonteUna delle istituzioni di Napoli si appresta a chiudere una parte delle sue bellezze al pubblico. Il motivo? Mancanza di personale. Questo è quanto afferma il direttore del Museo di Capodimonte, Sylvain Bellenger, che in diretta  a “Barba&capelli”, trasmissione di Corrado Gabriele, parla dei nuovi progetti e delle prossime sfide alle quali andrà incontro il complesso.

Questa è una grande sfida, perché dovremmo incontrare svariate difficoltà, prima di tutte il personale. Sarò costretto a chiudere parte del museo a causa della mancanza di personale, quindi ho intenzione di risolvere tale problematica nel minor tempo possibile“.

Il direttore del Museo è passato poi ad illustrare nei dettagli i suoi prossimi progetti. “La sfida è rendere ogni edificio occupato da elementi culturali L’unica cosa che ho fatto è stata creare una navetta che funziona benissimo, che arriva fin dentro il bosco. […] Il nostro master plan includerà un parcheggio, in collaborazione con il Comune di Napoli, e trasformare gli edifici, parlando della città“.

Tutto il progetto è pronto e verrà proposto al ministro della Cultura. Con la Federico II abbiamo un accordo già firmato per creare la prima scuola di digitalizzazione dei beni culturali. Senza la digitalizzazione continueremo ad essere indietro. […] Se non abbiamo la capacità di essere un esempio ambientale, la nostra missione sarà vana”. Le iniziative sono molteplici, e nulla farebbe pensare a una possibile chiusura del Museo, fosse anche parziale

Eppure, in questo grandioso progetto illustrato dal direttore del Museo di Capodimonte potrebbe non esserci spazio per nuove assunzioni. Questo nonostante Bellenger affermi: “Vogliamo far entrare i giovani nel nostro mondo ed entrare nel mondo contemporaneo attraverso i giovani“.

A quanto pare esistono delle situazioni che non dipendono solo dall’amministrazione del museo: tra queste, le difficoltà legate ai pensionamenti, che ovviamente ostacolano l’assunzione di ulteriore personale. Per questo Bellenger rivolge un appello al governo: “Se continua la partenza del personale in pensione, sarò costretto a chiudere, quindi chiedo al governo di risolvere questa situazione.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più