Lotta ai ‘portoghesi’: su bus e metro arrivano i poliziotti

Una grande novità arriva per i pendolari e i cittadini che usano i mezzi pubblici a Napoli. Dal 1 novembre gli agenti di Polizia Municipale affiancheranno i controllori di biglietti.

Un modo per facilitare l’identificazione di chi viaggia sprovvisto del biglietto e rendere più sicuri i mezzi sia per i cittadini che per gli stessi autisti. Dopo i diversi episodi di vandalismo, l’ultimo a settembre dove un uomo salì su un autobus a Castellammare picchiando il conducente, l’Anm corre ai ripari.

E’ stata infatti firmata la convenzione con la polizia municipale di Napoli per la presenza a bordo dei bus, metropolitana e funicolari partenopei di agenti. Un accordo che ha coinvolto Alessandra Clemente, assessore alla Polizia Municipale del Comune di Napoli, Nicola Pascale, Amministratore unico di ANM e Ciro Esposito, Comandante della Polizia Municipale del Comune di Napoli.

Il progetto si chiama ‘Linea sicura’ e ha una durata di un anno. Nel comunicato sono spiegate le modalità e i soldi con cui saranno pagati gli agenti:

“Per ciascun turno, verrà composta una squadra con un agente di polizia locale e non meno di due controllori ANM con qualifica di Agente di Polizia Amministrativa, in ruolo paritetico. Il Comando Polizia Locale metterà altresì a disposizione dell’attività in collaborazione con ANM una radiomobile con un ufficiale e un agente, che garantiranno il pronto intervento in caso di necessità su attivazione degli Agenti impegnati a bordo dei mezzi. Ci saranno interventi diretti da parte degli agenti della Polizia Locale a bordo dei mezzi di trasporto pubblico, che affiancheranno e supporteranno le squadre di controllori ANM nell’esercizio della loro attività di incaricati di Pubblico Servizio. Gli agenti collaboreranno con i controllori per verificare il possesso del titolo di viaggio a bordo dei bus, per assicurare il mantenimento dell’ordine pubblico e della sicurezza del personale viaggiante e dei passeggeri. Il servizio sarà coperto dagli agenti di polizia municipale in straordinario, su base volontaria e verrà pagato da ANM che recupererà ampiamente la spesa con le più numerose sanzioni amministrative e dall’aumento della vendita dei titoli di viaggio grazie al deterrente rappresentato dall’impiego della polizia locale sui bus”.

Il progetto era stato annunciato ad agosto dal comandate Ciro Esposito e viene attuato dopo una sperimentazione che dal 2015 al 2016 ha fatto registrare un aumento degli introiti all’ANM grazie all’aumento della vendita dei ticket di viaggio. 

Potrebbe anche interessarti