Calsanuovo, è operativo il Distretto 47: 1500 metri quadri di eccellenza medica

La Sanità Campana è pronta a dire stop al commissariamento, con un occhio attento al futuro. Per farlo, nella giornata di giovedì, è stato inaugurato il nuovo Distretto Sanitario 47 di Casalnuovo. La struttura si trova all’interno dei locali di viale degli Oleandri forniti in comodato d’uso gratuito dal Comune.

Millecinquecento metri quadri, 10 ambulatori per visite specialistiche, un punto vaccinale attrezzato e ambienti dedicati alla medicina legale. Oltre che alla continuità assistenziale, alla riabilitazione. Dopo oltre vent’anni, i circa 50 mila abitanti della zona potranno vantare un distretto all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e porre fine ai numerosi disagi. Prima infatti le attività del distretto venivano espletante all’interno degli appartamenti di un condominio.

Grande la soddisfazione del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca:

“È operativo il nuovo Distretto Sanitario 47 di Casalnuovo, atteso da oltre vent’anni. Una struttura medica di avanguardia, dotata di tutti i servizi fondamentali, in maniera particolare per le donne e l’infanzia. E per garantire l’assistenza di guardia medica e tutti i principali ambiti ambulatoriali specialistici indispensabili al potenziamento degli screening oncologici”.

Una struttura medica, quella dell’Asl Napoli 2 Nord, che avrà al suo interno anche un sistema innovativo, il primo della Campania.

Sarà il primo distretto sanitario della Campania dove si darà avvio al sistema di Fascicolo Sanitario Elettronico, ovvero il sistema di archiviazione digitale di tutta la storia sanitaria di ogni paziente: è una rivoluzione”.

Numeri, quelli della Sanità Campana, in risalita dopi gli ultimi anni. E De Luca ha già fatto sapere che non tollererà più il commissario a partire da novembre.

“Dopo aver risanato i bilanci della sanità campana che oggi paga i fornitori a 36 giorni, prima regione italiana nei tempi di pagamento. Dopo il grande balzo nella griglia dei Livelli Essenziali di Assistenza, da 106 punti del 2015 a 170 punti certificati dal Ministero nel 2018. Ora entriamo nella fase di svolta anche per quello che riguarda il potenziamento della rete territoriale: l’obiettivo è una maggiore umanizzazione del servizio per una sanità sempre più a misura del cittadino”.

Innovazioni tecnologiche che si uniscono a quelle già lanciate per l’Asl Napoli 1. Come la possibilità di prenotare le visite mediche con una semplice applicazione. Un modo per avvicinare pazienti e medici.

Potrebbe anche interessarti