Speranza per la piccola Elettra. Il padre: “Risponde bene alle terapie”

Napoli – Il 27 ottobre 2019 è nata al Policlinico di Napoli la piccola Elettra. Il momento di gioia dei genitori, però, si è subito trasformato in tragedia. La neonata mostrava sin da subito difficoltà respiratorie. Le è stata diagnosticata, a sole 16 ore dalla nascita, una malattia gravissima ed incurabile. Per i medici la piccola era condannata a morte certa.

I genitori, disperati, lanciarono un appello sui social diffondendo la disgrazia e chiedendo aiuto. Nell’appello si chiedeva a chiunque conoscesse la malattia informazioni sul come affrontarla o città, ospedali, medici specialisti per salvare la vita di Elettra.

Ieri, il padre della piccola ha voluto pubblicare, sempre sui social, un’importante aggiornamento: “Oggi martedì 6/11/2019 i dottori ci confermano che la piccola Elettra al momento sta rispondendo bene alle terapie, – scrive l’uomo – inizia a mettere peso e i risultati delle analisi al momento sono stabili. RINGRAZIAMO tutti coloro che ci hanno fornito informazioni utili x la piccola Elettra. AL MOMENTI SIAMO IN ATTESA DELLE ANALISI FINALI E UNA TERAPIA CERTA.”

“Il prof F. Raimondi responsabile della terapia intensiva insieme con il prof G. Parenti Primario delle Malattie Metaboliche rare del POLICLINICO – spiega ancora – ci hanno garantito LUNEDÌ 04/11/2019 ore 10:30 del mattino che avrebbe girato IN TEMPI RAPIDI TUTTE LE INFORMAZIONI ivi DOCUMENTAZIONI UTILI della piccola Elettra sia Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma ( all’attenzione del Prof. Carlo Dionisi Vici) sia al Ospedale Gaslini Genova, in modo da collaborare insieme sulla SALVAGUARDIA della piccola Elettra!”

Infine, un annuncio che fa ben sperare per il futuro di Elettra: “Al momento i dottori CONFERMANO che la struttura è completamente idonea x tali evenienze e che non ci sono motivi giustificati x un trasferimento “Elettra nn corre nessun pericolo!. Confidiamo in tutti voi X UNA DIAGNOSI A TEMPI BREVI. ELETTRA HA TANTA VOGLIA DI VIVERE E DI STRINGERE LA SUA SORELLINA CHE L’HA TANTO ATTESA”.

Potrebbe anche interessarti