Notizie di Napoli

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Napoli

Napoli – La surreale epopea di una donna incinta ha fatto il giro del web nelle ultime ore. La signora Francesca, colta dalle doglie per l’imminente parto, era salita sul primo autobus ANM diretto all’ospedale Cardarelli. Vista la situazione d’emergenza non aveva avuto modo e tempo di munirsi di titolo di viaggio. Così, il controllore l’ha fermata, le ha comminato una multa e, ignorando la sua condizione, l’ha anche costretta a scendere dal veicolo.

Un comportamento assurdo e fuori da ogni sorta di buonsenso che ha costretto i dirigenti ANM ad intervenire per porgere scuse ufficiali e pubbliche alla donna: “I controllori dell’Anm – giustifica Nicola Pascale, amministratore Unico di Anm, in una nota – elevano quasi tremila verbali di contravvenzione al mese, svolgendo un’attività complicata che l’azienda sta intensificando per migliorare il servizio ai cittadini.”

“Gli errori possono capitare – continua – e in questo caso si è verificato un evidente eccesso di zelo nei confronti della signora, che andava invece aiutata e confortata. Sarà mia personale cura – assicura – riprendere e riesaminare la pratica del suo ricorso che è stata trattata in modo troppo burocratico. Intanto alla signora e alla sua famiglia esprimo le nostre più vive scuse e le felicitazioni per la nascita del piccolo”.

Caldo, afa e un sole africano. Tutti cercano un riparo, bevande fresche e misure per contrastare colpi di calore. Ma questo non vale per gli animali, in particolare per i cavalli che vengono usati per trainare carrozze al fine di portare in giro per Napoli i turisti.

A denunciare la situazione è stato Francesco Emilio Borrelli, postando un video sulla sua pagina Facebook: “Il caldo di questi giorni è asfissiante per noi, immaginiamo per degli animali costretti a trascinare delle carrozzine per fa fruttare le tasche di qualche approfittatore. Anche nella giornata di martedì, fin dalle prime ore del mattino, hanno circolato nei luoghi turistici di Napoli i cavalli con le carrozze, in barba alle temperature altissime. Nonostante un’apposita ordinanza che lo vieti, questi cialtroni sfruttano gli animali anche durante le ore dove il sole è più cocente, facendoli marciare per chilometri e chilometri e mettendo a rischio la loro vita. Abbiamo più volte sollecitato i vigili urbani a punire duramente questa gente per tutelare gli animali, ma a quanto pare non basta. Noi Verdi siamo pronti a scendere in strada e bloccare le carrozzelle, se serve. Denunceremo alle autorità questi cialtroni, non saremo complici silenti di questa violenza. Ai cittadini e commercianti va sempre il nostro appello: lasciate all’esterno delle vostre attività commerciali o delle vostre abitazioni delle ciotole d’acqua così che gli animali possano dissetarsi”. Lo hanno dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e Marco Gaudini, consigliere comunale di Napoli per Il Sole che Ride.

Come riporta Repubblica a firma della collega Stella Cervasio, lo scorso luglio, gli Agenti della Squadra Turistica hanno effettuato controlli finalizzati alla tutela degli animali usati per la trazione di carrozzelle.

Un conducente è stato fermato in via Partenope con una temperatura di 37 gradi e sanzionato con una multa di 50 euro. Ma poco, troppi pochi controlli. Il Comune di Napoli nel 2014 ha emesso un’ordinanza sindacale che disciplina le modalità lavorative degli equini. In particolar modo si stabiliscono le ore di lavoro e le pause, il numero dei passeggeri da trasportare e la relativa sanzione amministrativa. Ma pare che questa non venga fatta rispettare.

Il cavallo, anche se destinato alla trazione di vetture pubbliche, non deve essere ritenuto un mero strumento di trazione, ma in quanto essere vivente va trattato con rispetto e dignità e deve essere tutelato il suo benessere sia durante le ore di lavoro che in quelle di riposo“, afferma l’ordinanza.

Le autovetture pubbliche a trazione equina nell’espletamento dell’attività devono rispettare le seguenti modalità:
– l’orario di lavoro di impiego degli equini non potrà superare le 6 ore giornaliere con
una sosta di 15 minuti ogni 2 ore;
– nel periodo 1° giugno- 15 settembre gli equini non dovranno essere utilizzati per la
trazione delle vetture dalle ore 13.00 alle ore 16.00;
– il numero dei passeggeri da trasportare non dovrà essere superiore al numero dei
posti per i quali la vettura – “carrozzella” – è omologata;
– in caso di temperatura atmosferica uguale o superiore a 35 gradi la trazione della
vettura è proibita;
– non potranno essere utilizzati per la trazione di vetture pubbliche equini appartenenti
alla tipologia “dolicomorfa, né equini adibiti alla corsa o al trotto;
– i detentori di equini utilizzati per la trazione di vetture pubbliche su asfalto, sui piani
cementati, basolati e ciottolati sono obbligati a dotare gli stessi di scarpe di
protezione destinate a proteggere lo zoccolo ferrato ed ad ammortizzare gli urti fra lo
zoccolo ed il piano di calpestio e fra arto ed arto.

La multa prevista va dai 25 euro ai 500.

Spettacolo mozzafiato tra paesaggio naturale e architettura, è lo scenario del parco archeologico Pausilypon che, si estende dal promontorio di Trentaremi al vallone di Gaiola.

L’ingresso è consentito tramite la grotta di Seiano, un imponente traforo di epoca romana lungo più di 700m, resti di una civiltà antica e affascinante, quella romana, scelta come luogo di residenza di molte famiglie aristocratiche, culla del silenzio e della tranquillità immersa in un verde parco dai colori sensazionali.

Ma, oltre le residenze c’è molto di più, infatti si tratta di un vero e proprio complesso che racchiude giardini, impianti termali e aree dedicate agli spettacoli.

La villa del Pausilypon fu fatta costruire nel I Sec a.C. dal Cavaliere romano Publio Vedio Pollione, alla sua morte, tutto il plesso entrò a far parte del demanio imperiale, oggi il Parco Archeologico del Pausilypon ed il Parco Sommerso di Gaiola, recuperati e resi accessibile ai terzi grazie alla collaborazione del Centro studi Interdisciplinari Gaiola onlus, rappresentano un  comprensorio turistico-culturale di enorme rilevanza per la Città di Napoli, ricca già di molti tesori inestimabili e stracolmi di storia.

Il Parco Archeologico del Pausilypon resterà APERTO tutto il mese di Agosto con i seguenti orari:

Lunedì-Domenica dalle 9.30 alle 13.30.
Turni di Visite guidate:
Lunedì- Venerdì ore 10.00 e 12.00
Sabato e Domenica ore 10.00 -12.00 e 18.30

Rifiuti

RifiutiLa Polizia Locale – U.O. Tutela Ambientale – durante i controlli dedicati al corretto smaltimento dei rifiuti urbani, ha constatato che il personale di due grandi fast food del centro, uno in Piazza Garibaldi e l’altro in Piazza Carità nonostante avessero i contenitori per differenziare, conferiva tutti i rifiuti in grossi sacchi neri miscelando differenziabili e umido.

Gli Agenti hanno provveduto a sanzionare per euro 500 euro e a segnalare alla Direzione Comunale per le procedure conseguenziali. Successivamente nel quartiere Avvocata, anche tre locali, un pub- kebab, un take away e una salumeria in Via S. Anna dei Lombardi sono stati  sorpresi a miscelare i rifiuti usando per il conferimento sacchi neri, e non quelli previsti dalla normativa vigente. Il titolare di uno dei locali sanzionati, alla vista degli Agenti si è
letteralmente chiuso nel locale nel tentativo di sfuggire al controllo ma dopo poco ha riaperto le porte e gli Agenti sono riusciti ad entrare per effettuare il controllo dal quale si è accertata l’ occupazione di suolo abusiva, l’utilizzo di shopper illegali e la gestione irregolare dei rifiuti.

Il titolare è stato sanzionato per l’ occupazione di suolo -173 euro – per l’uso degli shopper di plastica – 5 mila euro- e per il conferimento irregolare dei rifiuti -euro 500- .
Anche in via San Giacomo sono scattate sanzioni ai danni di due esercizi di kebab per occupazione di suolo pubblico e per utilizzo di sacchi neri e la stessa sanzione è stata irrogata anche per tre attività bar e simili Via Posillipo.

Come può un momento tanto felice e spensierato diventare uno dei più brutti della vita, è successo in Kenya al giovane di Acerra Ciro Chiariello, quando, all’improvviso è stato colto da un malore ed è deceduto. A riportare la notizia è AcerraNews.

Stava trascorrendo il viaggio di nozze in quel posto da sogno con la moglie, quando, dopo aver concluso un’escursione che i due avevano programmato da un po’, ha deciso di fare un bagno per rigenerarsi, appena entrato in acqua, ha accusato un malore improvviso, un infarto che gli è costato la vita. Non c’è stato purtroppo nulla da fare per lui, Ciro, sposato da pochi giorni, ha lasciato per sempre la sua bellissima moglie Angela e la famiglia, faceva il marmista, tanti gli amici affranti dal dolore.

Il giovane abitava nel rione Maddonnelle ed è proprio lì che è subito arrivata la tragica notizia, i familiari hanno deciso tempestivamente di raggiungere la località africana, purtroppo però si prospettano tempi lunghi prima di riuscire a riportare il suo corpo qui in Italia, da alcune fonti pare si debbano aspettare almeno 15 giorni.

Grande sportivo e tifoso di calcio Ciro è volato in cielo troppo presto, la nostra redazione si stringe nel dolore della famiglia.

weekendChe weekend ci attende! Musei e siti archeologici gratis, mostre, concerti e molto altro protagonisti di questo lungo weekend di Ferragosto.

Musei gratis a Napoli e dintorni, 15 e 18 agosto.
Non solo Ferragosto, alcuni luoghi di cultura apriranno gratuitamente anche nella giornata di domenica 18 agosto. Da non perdere!

Passeggiata notturne a Villa San Marco a Stabiae, dal 16 al 21 settembre.
Tutti i venerdì e sabato sera sarà possibile visitare dalle 20,30 alle 22,30 la Villa San Marco, appositamente illuminata. Un itinerario suggestivo in una tra le più grandi ville romane residenziali, con i suoi 11mila mq, posta in posizione panoramica sulla collina di Varano, a Castellammare di Stabia.

Ingresso gratuito al MANN, 18 e 25 agosto.
Per tre domeniche del mese di agosto sarà possibile visitare il Mann, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, gratis.

Musica e teatro all’aperto a San Domenico Maggiore, dal 9 agosto fino al 1 settembre 2019.
Ritorna l’appuntamento estivo con “Classico Contemporaneo 2019”, la rassegna annuale di teatro e musica nella cornice del Chiostro del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore che ripropone grandi classici in chiave contemporanea.

Due eccezionali mostre al Maschio Angioino, fino al 2 ottobre.
Due grandi mostre saranno visitabili negli spazi monumentali del Maschio Angioino. Si tratta di due esposizioni dalle tematiche completamente diverse: “Estate a Napoli 1979-2019” e ” La scuola di Posillipo. La luce di Napoli che conquistò il mondo“.

Teatro romano di Benevento, 4 e 11 agosto-7 settembre.
Torna dopo circa 50 anni la grande lirica al Teatro romano di Benevento con la direzione artistica di Vittorio Sgarbi. La rassegna voluta dalla Regione Campania è promossa dalla società Scabec S.p.A. Essa ha come obiettivo quello di rilanciare e valorizzare uno dei siti culturali più significativi del nostro territorio.

Matisse in mostra a Sorrento, dal 15 giugno al 20 ottobre.
Una mostra imperdibile quella che si tiene nella splendida Villa Fiorentino, sul Corso Italia nel centro di Sorrento. Dopo Dalì, Picasso, Bacon, Pomodoro, e tanti altri artisti di fama mondiale, ora Villa Fiorentino ospita l’esposizione dedicata ad Henri Matisse.

Scavi di Ercolano di sera, dal 19 luglio al 21 settembre.
Per il Parco Archeologico di Ercolano la proposta realizzata e inserita nel programma di Campania by night si chiama “I VENERDÌ di Ercolano” e offre percorsi accompagnati arricchiti da proiezioni di luci e riproposizioni in videomapping degli affreschi e le statue attualmente conservate al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. Previste 11 aperture serali.

Al Mann una mostra dedicata alla Luna, dal 18 luglio al 30 settembre.
“MANN on the Moon” una mostra dedicata non soltanto all’allunaggio, ma a come gli uomini hanno “toccato” la Luna nel corso dei secoli. Contestualmente alla mostra, il museo inaugurerà anche la nuova caffetteria per i suoi visitatori.

‘A Chiena di Campagna 2019, fino al 17 agosto.
Torna la festa dell’acqua ‘A Chiena 2019 di Campagna. Un appuntamento fisso divenuto tradizione ormai, tra le manifestazioni più attese dell’estate perché si tratta della festa dell’acqua. Un evento per grandi e piccini divertentissimo infatti ci si può lanciare addosso secchiate d’acqua.

Fresko Film 2019 a Portici, dal 4 luglio al 3 settembre.
Ritorna a Portici la rassegna di cinema all’aperto Fresko Film 2019. Le proiezioni si svolgeranno ogni sera in Viale Leonardo da Vinci nel parco dell’Istituto Comprensivo Da Vinci-Comes D.M.

Cinema sotto le stelle al Parco del Poggio,dal 12 luglio al 12 settembre.
Torna anche quest’anno il cinema all’aperto sotto le stelle e gli alberi del Parco del Poggio. Verrà dato spazio al cinema indipendente, alle tematiche sociali e di denuncia, al cinema d’essai, ai film girati a Napoli, alle anteprime nazionali ed ai film per bambini, selezionando un’offerta cinematografica che rappresenta un giusto equilibrio tra intrattenimento, cultura, attenzione ai temi sociali e promozione dell’immagine della città.

Giochi e sport all’ombra del Vesuvio, dal 10 luglio al 10 settembre.
In onore della trentesima edizione delle Universiadi 2019, la Biblioteca Nazionale di Napoli ospiterà la mostra “Giochi e sport all’ombra del Vesuvio” con una visita guidata alla presenza del direttore Francesco Mercurio. La mostra temporanea ad ingresso gratuito, verrà ospitata nelle sale pompeiane.

Museo di Capodimonte di sera gratis, 11-12-13-14 luglio, 10-17-24 agosto, 13 settembre e 15 novembre 2019.
Non solo le domeniche gratuite, il museo di Capodimonte aprirà gratuitamente anche alcune sere fino all’autunno.

Le Vie del mare, dall’ 1 al 31 agosto.
Tornano le corse ‘Cilento blu’ effettuate da Volaviamare, Alilauro e Alicost in collaborazione con la Regione Campania per raggiungere le località del Cilento e della Costiera Amalfitana.

Liam Gillick in mostra al Museo Madre, dal 22 maggio fino al 14 ottobre.
Un’interessante retrospettiva sull’artista inglese Liam Gillick (Aylesbury, 1964), tra i protagonisti dell’arte contemporanea internazionale, che presenta così i suoi ultimi lavori cinematografici realizzati nell’arco degli ultimi undici anni.

Botticelli in mostra a Napoli, dal 22 giugno al 29 settembre.
Uno dei quadri più espressivi del Botticelli sta per approdare a Napoli. Nella splendida cornice di Palazzo Zevallos Stigliano sarà in mostra il “Compianto del Cristo morto”, normalmente conservato nel Museo Poldi Pezzoli di Milano.

Batò Naples, ogni sabato e domenica per tutta l’estate.
Torna il Batò Naples. Un’esperienza suggestiva alla scoperta di tutte le bellezze del litorale partenopeo in un’atmosfera suggestiva con un sottofondo di canzoni della nostra tradizione napoletana e circondati da una natura rara, pregiata e unica nel suo genere.

“Painting as a Butterfly”: le opere di Pier Paolo Calzolari in mostra al Madre, fino al 30 settembre.
La mostra è un viaggio nell’evoluzione e nella ricerca pittorica di Pier Paolo Calzolari, una delle voci cardine dell’arte povera, sviluppatasi in Italia a partire dagli anni ’60. Al Madre i visitatori potranno contemplare oltre 70 dipinti, disegni e opere multimateriche

Musica Napoletana con Napulitanatatutti i mercoledì, venerdì e sabato.
E’ un vero e proprio tempio per la musica napoletana. A dir il vero, è anche uno dei pochi luoghi in tutta la città di Napoli dove è possibile assistere ad un vero e proprio spettacolo musicale della tradizione napoletana.

“Una città per giocare” a Napoli, 50 eventi gratuiti, dal 16 maggio al 21 novembre.
Una volta al mese (con una breve interruzione nei mesi caldi di luglio e agosto) avranno luogo dieci incontri, in dieci luoghi delle dieci municipalità dell’area metropolitana di Napoli. Le attività ludiche si svolgeranno dalle 15,30 alle 18,30, saranno gratuite e aperte ai cittadini di ogni età.

Ravello Festival 2019, dal 1° maggio al 30 ottobre.
Torna uno dei festival più antichi d’Europa a cui hanno partecipato sempre eccellenti orchestre. Anche quest’anno grandi orchestre italiane si alterneranno in concerti fino all’autunno. Tutti e quattordici gli appuntamenti sinfonici saranno caratterizzati da una precisa scelta artistica: offrire una particolare prospettiva sul dialogo tra il sinfonismo italiano e la musica d’oltralpe. Il cartellone, curato da Paolo Pinamonti nel suo lato sinfonico, mira a trasformare lo stage di Villa Rufolo nel grande palco dell’Orchestra Italia accogliendo le maggiori istituzioni sinfoniche e lirico-sinfoniche del nostro paese. Il programma.

Mostra su Corto Maltese al MANN, dal 25 aprile al 9 settembre.
Il MANN ospiterà una mostra dedicata al fumettista di fama mondiale Hugo Pratt (1927-1995). Protagonista della mostra sarà il celebre Corto Maltese, personaggio immaginario creato da Pratt nel 1967 e protagonista della serie a fumetti Cortomaltese. L’esposizione è organizzata dal Comicon in sinergia con Patrizia Zanotti di CONG ed è inserita nell’ambito del progetto OBVIA (Out Of Boundaries Viral Art Dissemination) dell’Università di Napoli Federico II per il MANN.

Il Villaggio Protostorico di Longola in mostra, fino al 18 gennaio 2020.
Sarà in mostra presso l’Antiquarium di Boscoreale un’esposizione che ha come tema il sito di Longola, scoperto casualmente nel 2000 durante i lavori per la realizzazione dell’impianto di depurazione di Poggiomarino-Striano.

Riaprono i Giardini Ravino ad Ischia, fino al 15 novembre.
Riaprono i Giardini Ravino a Ischia: 6000 metri quadri con la collezione di piante succulente più vasta d’Europa.

Capri apre Villa Lysis, fino all’estate.
Come ogni primavera riapre al pubblico la villa in stile liberty a picco sul mare, di proprietà comunale con una vista a dir poco mozzafiato.

Archeotreno da Napoli a Pompei e Paestum, fino al 24 novembre.
La stagione turistica 2019 in Campania avrà un tocco speciale: torna l’Archeotreno, il treno storico che dal centro di Napoli porterà i visitatori direttamente alla scoperta dei resti archeologici di Pompei e Paestum, e di splendide località come Sapri.

Tornano di dinosauri in carne ed ossa a Napoli, dal 10 marzo al 10 novembre.
Dopo il grande successo dell’anno scorso, torna la mostra “Dinosauri in carne e ossa” alla Riserva degli Astroni. Trenta esemplari di dinosauri “in carne e ossa”, a grandezza naturale, popoleranno il cratere degli Astroni.

SplendOri, i gioielli di Ercolano in mostra, dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019.
Parte SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano la prima mostra del Parco Archeologico di Ercolano all’interno dell’Antiquarium, anche questo per la prima volta aperto alla fruizione del pubblico.

ambulanteIndividuato il capo del branco che ha aggredito a sassate due bengalesi senza motivo, per puro di gusto di fare del male. La scorsa notte i due, in Italia con regolare permesso di soggiorno, sono stati inseguiti ed accerchiati da un gruppo composto tra le 7 e le 10 persone. Roton Kalak, 39 anni, è stato l’ambulante a cui è andata peggio: ha riportato fratture al volto e potrebbero essere necessari due interventi chirurgici.

Sarebbe stato proprio costui a fornire l’identikit del ragazzo che potrebbe essere a capo della baby gang, composta da adolescenti napoletani e forse uno straniero che parlava spagnolo. Carnagione scura, capelli ricci e maglietta di colore verde, particolarmente violento, questa l’identità del piccolo criminale. A partire da questi indizi, le forze dell’ordine possono passare a visionare le immagini delle videocamere di sorveglianza per ricostruire i movimenti del giovane.

I fatti sono accaduti a Santa Lucia, in via Generale Orsini. Le vittime si stavano dirigendo nella loro casa ai Quartieri Spagnoli quando sono stati presi di mira. L’altro ambulante aggredito, seppure in condizioni migliori rispetto al compagno, non era stato in grado di fornire indicazioni utili.

cani abbandonati balcone napoli

cani abbandonati balcone napoliNapoli – Molti umani non sanno distinguere un essere vivente da un oggetto. Questo è vero soprattutto per quanto riguarda gli animali, maltrattati alcune volte persino dai padroni che invece dovrebbero averne cura. Se molte persone trattano i propri cani, gatti o altro come veri e propri membri della famiglia, altre persone scelgono invece di fregarsene o si mostrano superficiali. È quanto accaduto ad esempio a Napoli, dove due cani sono stati abbandonati su di un balcone. A renderlo noto è l’ufficio stampa del Comune:

“Continuano i controlli della Polizia Locale di Napoli per le segnalazioni di maltrattamento dei cani. Il reparto Tutela Ambientale è intervenuto nella zona di Chiaiano in Via Pendino, dove su segnalazione di alcuni cittadini si è accertato che due cani erano stati lasciati da soli su di un balcone.

“Gli agenti hanno atteso i proprietari dei cani, rintracciati attraverso informazioni assunte dai vicini, e controllata la documentazione hanno sanzionato uno di questi per la mancanza del microchip. La situazione è stata poi segnalata all’ASL per le verifiche mediche specifiche” .

FerragostoLa cultura non va mai in vacanza, neanche a Ferragosto: nella giornata di giovedì 15 agosto, infatti, tanti saranno i luoghi di cultura aperti al pubblico gratuitamente a Napoli e provincia. Inoltre nell’ambito dell’iniziativa #IOVADOALMUSEO anche domenica 18 agosto ci saranno ingressi gratuiti.

IL CALENDARIO:

Giovedì 15 agosto 2019
Parco archeologico dei Campi Flegrei – Parco archeologico delle terme di Baia, Bacoli (NA)
Parco archeologico dei Campi Flegrei – Museo archeologico dei Campi Flegrei, Bacoli (NA)
Certosa di San Giacomo, Capri (NA)
Palazzo Zevallos, Napoli (NA)
Parco archeologico dei Campi Flegrei – Anfiteatro Flavio e Tempio di Serapide, Pozzuoli (NA)
Parco archeologico dei Campi Flegrei – Parco archeologico di Cuma, Pozzuoli (NA)
Parco archeologico di Ercolano

Domenica 18 agosto 2019
Museo archeologico nazionale di Napoli (NA)
Parco archeologico di Ercolano

Per l’elenco completo di tutti i luoghi d’Italia cliccare qui.

“Ciao Nadia”. Così i dipendenti dell’Anm (Azienda napoletana di mobilità) hanno salutato ieri Nadia Toffa, la giornalista de Le Iene che si è spenta, a soli 40 anni, stroncata dal cancro.

Il cartello è stato affisso sui vetri di alcuni bus cittadini.

Proprio Nadia Toffa aveva più volte denunciato i disservizi dei trasporti pubblici, stringendo contatti con molti lavoratori. E ieri, gli autisti dei bus di Napoli, hanno voluto renderle omaggio così, nel modo più semplice e diretto.

luigi de magistris

luigi de magistrisLo ribadisce ancora una volta Luigi de Magistris, che d’altra parte era stato già molto chiaro nel post pubblicato su Facebook nel quale annunciava la candidatura alle prossime elezioni nazionali. Non sappiamo al momento quando e se le Camere verranno sciolte da Sergio Mattarella, ma che si tratti di qualche giorno o di mesi il sindaco di Napoli è già pronto.

“Nel momento in cui dovesse arrivare lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica io un minuto dopo sarò candidato alla guida del Paese insieme ad altri. Da adesso io lavoro, ma sto già lavorando, per costruire la rete di convergenze collettive e individuali necessarie per battere soprattutto il salvinismo imperante”.

Salvare l’Italia dal revisionismo e dagli attacchi alla Costituzione, questo lo scopo annunciato da de Magistris: “Quando sarà quel giorno, io mi auguro quanto prima perché il Paese ha bisogno di un governo, noi saremo già proiettati. La mia candidatura è per governare il Paese, non per stare all’opposizione”.

Di seguito l’intervento completo:

corsia ospedale

corsia ospedaleMorto in ospedale Vincenzo Radice, l’uomo ferito nei mesi scorsi a colpi di katana dall’ex marito della compagna. Vincenzo è stato in questi mesi ricoverato all’Ospedale Loreto Mare a causa delle profonde ferite allo stomaco che non gli hanno permesso di sopravvivere. La compagna di Radice aveva denunciato il suo ex marito per maltrattamenti più volte già nel mese di ottobre.

L’aggressione subita risale allo scorso gennaio e, sempre fin da gennaio, Vincenzo si trovava in stato semicosciente in ospedale dopo essere giunto nella struttura sanitaria in codice rosso per poi essere trasportato in rianimazione.

Per quell’aggressione i carabinieri della stazione di Poggioreale hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare per concorso in tentato omicidio emessa dal Gip di Napoli su richiesta della locale procura nei confronti di Alessio Ciampaglia, un 22enne del rione Luzzatti già noto alle forze dell’ordine per reati contro la persona.

La notte del 6 gennaio, insieme a Emanuele Gemito (ex marito della compagna di Vincenzo Radice, un 34enne già sottoposto a fermo dalla polizia di stato il 7 gennaio), aveva partecipato a una spedizione punitiva organizzata per motivi passionali riducendo in fin di vita il 42enne Radice. Ciampaglia ha agito con una mazza da baseball mentre Gemito trafiggendo la vittima con una katana. La vittima si trovava a casa della compagna in Cupa Vicinale Pepe, a Ponticelli.

La spada giapponese arma del delitto, lunga ben 87 cm, è stata recuperata dai militari dell’arma dei carabinieri lungo la s.s. 162 all’altezza dello svincolo per Pomigliano d’Arco, dove era stata abbandonata dai due aggressori per impedirne il ritrovamento.

Il Ferragosto del Ministro degli Interni, Matteo Salvini, sarà in Campania e già si preparano le contestazioni. Salvini visiterà due Comuni in cui la Lega ha ottenuto il 30% delle preferenze durante le europee di maggio.

Il ministro arriverà a Castel Volturno alle ore 11.00, per prendere parte al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. Poi, alle 12.30, saluterà amministratori, militanti e simpatizzanti sul lungomare della suddetta città, presso il Lido Fontana Blu. Infine, alle 20.30, Matteo Salvini terrà un comizio pubblico presso l’area parcheggio, in località Baia Domizia. Il ministro sarà accompagnato dal coordinatore regionale campano, Raffaele Volpi; dal presidente regionale del partito in Campania, Gianluca Cantalamessa. Ed ancora, dai parlamentari europei Lucia Vuolo e Valentino Grant. Ma, gli attivisti, che non simpatizzano per le mobilitazioni di Salvini in Campania, preparano nuove contestazioni.

Rainiero Madonna, del centro sociale Insurgencia, come riportato da Il Corriere del Mezzogiorno, spiega che “la mobilitazione ha una parola d’ordine, che è quella di fare un gavettone a Salvini. In rete le adesioni stanno arrivando numerose. Non solo da esponenti dei movimenti. Scrivono anche semplici cittadini indignati per le politiche di Salvini”. Ma, per l’arrivo del ministro degli Interni, le forze dell’ordine hanno organizzato un piano per avere tutto sotto controllo e garantire la funzionalità del comizio.

Le sorprese per l’arrivo di Matteo Salvini non sono finite qui. Infatti, sul famoso social Facebook è nata una pagina che indica l’evento del 15 agosto a Cellole, in provincia di Caserta: “Gavettoni A Salvini @Cellole”. Sulla pagina, altresì, si può leggere: “Continua la meravigliosa Estate Italiana di Salvini. Dopo la spiaggia deserta di Sabaudia, la contestazione con tanto di impianto spento e comizio interrotto a Soverato, la fuga da Catania, Salvini si appresta a collezionare un’altra giornata indimenticabile in Campania, a Cellole”.

Ed ancora, sulla pagina dell’evento si può leggere a chiare lettere che “il Sud non è mai stato nè mai sarà contro i migranti e che ripudia il fascismo ed il leghismo”. La mobilitazione come riporta la pagina facebook si terrà alle ore 20.30 in via Fontana Vecchia, a Cellole. 

Francesco Emilio Borrelli - Paolo

Francesco Emilio Borrelli - PaoloDue Napoli a confronto a ritmo di accuse postate attraverso i social network. Video che stanno macinando interazioni in grosse quantità. Condivisioni ma soprattutto commenti contro i parcheggiatori abusivi. I protagonisti sono il Consigliere Regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli e Paolo. Quest’ultimo prosegue nella sua campagna social in difesa della sua posizione che non è più quella di abusivo, nonostante un suo presunto coinvolgimento nel sequestro di materiale abusivo alla Rotonda Diaz. Il cittadino napoletano giura di aver abbandonato la via dell’illegalità, respinge ogni accusa scagliata da Borrelli e contrattacca parlando di una promessa non mantenuta da parte del consigliere che gli avrebbe promesso un lavoro.

Le due Napoli si scontrano, non solo verbalmente. Tra chi pronuncia correttamente “Mergellina” e chi, invece, parla di “Margellina”. Una differenza sostanziale, nel linguaggio, nelle narrazioni del contesto sociale. Da un lato la città di Borrelli, stanca dei soprusi degli abusivi, spesso legati a filo doppio con la criminalità organizzata. La guerra contro chi estorce denaro è senza sosta. Borrelli attraverso le segnalazioni degli utenti e con dirette facebook da tempo conduce una battaglia senza sosta. Con qualche risultato. Sequestri qua e là e fiumi di commenti di spregio nei confronti degli abusivi.

Dall’altro lato della barricata c’è Paolo, ex parcheggiatore, che vive grazie al reddito di cittadinanza. Almeno stando alle sue pubbliche dichiarazioni. E’ la città di chi si arrangia con mezzi leciti o illeciti che siano. Quella Napoli che da anni immersa nella povertà, nel disagio sociale e culturale, tira a campare. A volte sconfinando pericolosamente nel terreno fertile della camorra.

Schierarsi può risultare semplice. Siamo con Borrelli e con la legalità. Bene. Ma è necessario comprendere, ascoltare le parole di chi sta dall’altra parte, perché solo con il dialogo è possibile capire i meccanismi che portano ad un certo stile di vita. E trovare delle soluzioni, questo sì che compete ad un consigliere regionale e a tanti altri come lui. Chiaro che si sta parlando di questioni irrisolte da decenni. Vale la pena combatterle ma è necessario creare una alternativa. Altrimenti non basteranno 10, 100, 1000 Borrelli per contrastare un fenomeno così diffuso e con un ampio consenso sociale.

Paolo diversamente da altri suoi ex colleghi in questi giorni non si dà pace. Produce video quasi quotidianamente, riposta le sue vecchie dichiarazioni e tagga Barbara d’Urso. Vuole raccontare la sua storia, farsi aiutare. Ecco, questo particolare fa riflettere. Quest’uomo chiede aiuto ad una donna dello spettacolo, perché forse ha smarrito la fiducia nelle istituzioni. E come dargli torto su questo punto.

Ambulanti immigrati presi a sassate in via Orsini, sul lungomare di Napoli, da almeno dieci ragazzi. Le vittime sono due cittadini del Bangladesh, con regolare permesso di soggiorno, che lavorano senza dar fastidio a nessuno, anche a mezzanotte. Uno degli ambulanti è grave, ricoverato nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale Cardarelli in prognosi riservata.

I medici tenteranno di ricostruire la faccia della vittima, avendo subito fratture multiple e anche un trauma cranico causato dalle sassate. Tra domenica e ieri intorno a mezzanotte gli aggressori avrebbero premeditato l’atto. I ragazzi avrebbero seguito le vittime fino in via Generale Orsini. Ciò è stato confermato da una donna che si è affacciata al balcone, spaventata dalle urla sentite in strada. Il branco ha colpito gli ambulanti, 39 e 42 anni, con grosse pietre, sbeffeggiandoli, insultandoli, colpendoli al viso. Ora è caccia al branco: almeno dieci ragazzini, descritti da una delle vittime come per lo più minorenni, tra i quindici e i sedici anni. Al vaglio della polizia ora ci sono le telecamere di videosorveglianza, che si spera hanno immortalato il violento atto.

Le vittime, vendono cover e supporti per cellulari e stavano andando verso casa, ai Quartieri Spagnoli. Gli aggressori hanno afferrato le custodie, vendute dagli ambulanti, minacciando gli immigrati e poi le sassate al volto del ragazzo 29enne, che è barcollato. Altri hanno picchiato l’amico della vittima, che cercava di soccorrere il compagno. Quando la gente, attirata dalle urla, si è affacciata dalle loro abitazioni, il gruppo è fuggito verso piazza Plebiscito.

La vittima 29enne, ora, ha la necessità di almeno due interventi chirurgici nei prossimi giorni. Infatti, non è stato ancora in grado di ricostruire i fatti. Il suo compagno ne ha parlato con la polizia, ma non ha saputo ripetere le frasi dette dal gruppo e descriverli a causa del buio. Questo è il lato oscuro di Napoli, dove c’è ancora chi se la prende con i più deboli, gli indifesi.

Per l’emergenza caldo a Napoli sono state potenziate le attività messe in atto per tutelare le persone con più fragili della popolazione.

Con l’aumento delle temperature di questi giorni l’assessore Roberta Gaeta ricorda che «contro l’ondata di caldo che sta colpendo la città, sono stati potenziati i servizi comunali in favore delle fasce fragili, soprattutto anziani e disabili» e che «si tratta di un programma coordinato che comprende diverse azioni per fornire supporto, sostegno e aiuto a chi ne ha bisogno».

«Come ogni anno – continua l’assessore Gaeta – ci preoccupiamo delle fasce fragili della popolazione, come persone anziane o con disabilità che spesso durante l’estate sono maggiormente a rischio di marginalità sociale».

Sono state attivate dieci Agenzie di Cittadinanza, una per Municipalità, presidi di welfare territoriale che offrono attività di sostegno, partecipazione, aiuto, solidarietà e condivisione rivolte ad anziani e disabili.

Non solo: in caso di emergenza o di richiesta di aiuto, è possibile contattare la Centrale Operativa Sociale al numero 0815627027, un servizio attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette che fornisce attività di front office telefonico (con informazione e orientamento al cittadino nell’accesso ai servizi offerti dal Comune di Napoli, anche su assegni sociali, contrassegno H, rimborso Tarsu); segnalazione delle emergenze sociali e telesoccorso, ossia un supporto per la gestione delle emergenze e degli stati di particolare necessità di persone anziane e non autosufficienti, invalide e di tutte le fasce fragili in generale.

gaiola intervento 118 aereo

gaiola intervento 118 aereoNapoli – Uno spettacolare intervento del 118 ha evitato la tragedia. I fatti sono accaduti questa mattina alla Gaiola: un uomo di 65 anni è scivolato dagli scogli ferendosi in maniera grave, tanto da non riuscire a risalire. A quel punto il figlio ha chiamato i soccorsi, che lo hanno tratto in vita.

“Ringrazio la squadra delle donne e degli uomini del 118 di Napoli che si sono ancora una volta distinti per un intervento ad alta complessità, salvando la vita ad un bagnante gravemente ferito a Napoli alla Gaiola”.

Questo il commento del direttore generale dell’ASL Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva in merito al salvataggio coordinato dalla Centrale operativa del 118 di Napoli. “Sul posto – spiega il direttore del servizio Giuseppe Galano – è intervenuto l’elicottero con base a Pontecagnano (dotato di verricello) assieme al personale della postazione Pianura. Un esempio lampante di professionalità e determinazione; tali risultati non si raggiungono per caso ma solo perché alla base c’è impegno e formazione continua”. Il paziente è ricoverato all’Ospedale del mare.

A parlare del fatto c’è anche il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, il quale mette in rilievo le criticità della zona:

“Sulla spiaggia della Gaiola il 118 ha compiuto un intervento straordinario con l’elicottero che ha consentito di salvare la vita ad un uomo, trasportato poi al Cardarelli in codice rosso. Un’operazione straordinaria da parte dell’equipaggio che ha evitato una tragedia. A loro vanno i nostri complimenti. Questa situazione, però, fa emergere ancora una volta tutti i problemi di quella zona”. Lo ha dichiarato Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi.

“In tantissimi, ogni giorno, si recano alla Gaiola che è un’area protetta in una quasi totale assenza di controllo. Questo – ha aggiunto Borrelli – crea un grosso problema di sicurezza. Si aggiunge poi alle criticità un parcheggio selvaggio inaudito che rende impossibile i soccorsi tempestivi. L’intervento dell’elicottero deve farci riflette e farci capire che la Gaiola deve essere assolutamente attenzionata e sottoposta a maggiori controlli nell’interesse dei visitatori e della tutela del luogo”.

De Magistris

De MagistrisLa maschera è stata finalmente sollevata dalla faccia, nell’armandio tra i tanti vestiti indossati è ricomparsa la bandana arancione, quella che nel 2011 indossò all’indomani delle elezioni comunali del 2011. Luigi De Magistris da tempo ha smesso di fare il sindaco di Napoli per pianificare il suo futuro politico, in barba a quello della città.

Questa mattina con un lungo post ha annunciato la sua discesa in campo nell’eventualità che ad ottobre si ritorni a votare per le politiche dopo il disastro in cui Salvini e la Lega hanno rispedito il Paese. La crisi di Governo fornisce l’assist a DeMa, pronto ad alzarsi da quella poltrona, rimettersi la bandana e provare ad entrare in Parlamento.

In alternativa ci sono sempre le elezioni regionali del 2020, sebbene il calo del consenso nei suoi confronti non gli consentirebbero una vittoria scontata. Inoltre la sua mancata militanza ad uno dei partiti tradizionali, non lo mettono nelle condizioni migliori per sfidare uno come De Luca.

Diversamente la corsa ad una poltrona a Roma, appare impresa meno ardua. De Magistris da tempo si sta preparando ad una tornata elettorale che lo porterà inevitabilmente più lontano da Napoli, al termine del doppio mandato come sindaco di Napoli.

Il terreno è stato già preparato. De Magistris nel 2017 ha lanciato la lista DeMa partecipando alle elezioni comunali. Tra i nomi di spicco, vicini al primo cittadino, la fida scudiero Alessandra Clemente e Josi Gerardo Della Ragione, attuale sindaco di Bacoli. Per la verità pochi sono stati i consensi in quella tornata, ma una lista indipendente è necessaria al sindaco per potersi giocare le sue carte al tavolo dei grandi partiti, perché nonostante i suoi abboccamenti una volta al Movimento, l’altra al Pd, è stato sempre considerato un antagonista. Porte chiuse allora. Lui apre il porto delle elezioni con la sua lista di cui fa parte anche il fratello Claudio.

A Napoli ci rimarrà ancora, fino alla prossima tornata elettorale utile. Di progetti nella sua città neanche l’ombra. Da tempo ha smesso persino di raccontare bugie. Troppo impegnato a dimenarsi tra questione migranti e porti aperti, reddito di cittadinanza e anti salvinismo.

I tempi delle bandana arancione sono ormai all’epilogo. La rivoluzione declarata a più riprese si è lentamente ma inesorabilmente sciolta come neve al sole. E dopo un primo mandato dove è riuscito a barcamenarsi facendo leva sull’eccezionalità della città, sul incremento turistico e sul superamento dell’emergenza rifiuti è riuscito a farsi rieleggere, sebbene era già evidente un calo netto del consenso.

Ha promesso una Napoli che oggi appare ben lontana dalla sua realizzazione. Capitale dei trasporti, differenziata a percentuali altissime, reddito di cittadinanza comunale. Salvo poi criticare l’approvazione del vero reddito di cittadinanza varato dal Governo. Ha raccontato di una rivoluzione in atto, di una città invidiata nel mondo per la sua grandezza pubblicando numeri senza però mai riferire da dove li prendesse. Ha distribuito cittadinanze onorarie come fossero pezzi di torta ad una festa di compleanno. Si è auto intestato il rinnovamento dello Stadio San Paolo per le Universiadi, quando era chiaro a tutti che senza i soldi della Regione la città sarebbe rimasta con un pugno di mosche in mano.

E oggi dopo 8 anni della sua gestione napoletana, ci si ritrova nuovamente a dover fare i conti con i medesimi problemi di un tempo. Con tanti turisti in più per fortuna, ma con una povertà dilagante e una città che in termini di servizi per i cittadini è all’anno zero. Ma soprattutto quello che più di tutto scoraggia è la mancata pianificazione. Di cosa sarà Napoli nel suo prossimo futuro, questo sindaco con la bandana arancione non lo ha previsto. Ma ha pianificato un posto al sole in Parlamento.

 

Anna Adamo, 23 anni, di Scafati, disabile dalla nascita partecipa alle selezioni intermedie del concorso di Miss Italia: Ho tirato fuori il coraggio, finalmente. E sì, mi sono presentata alla tappa di Miss Italia di Calvanico, nonostante sia disabile” .

Nonostante la sua storia difficile, domenica scorsa ha sfidato tutto e tutti dimostrando una forza d’animo e una voglia di vivere che ha emozionato tutti. Sopravvissuta a un parto gemellare complicato, dove il suo fratellino muore lei sopravvive, si attacca alla vita ma con la diagnosi di tetraparesi spastica: una vita piena di difficoltà.

Era da tempo che me lo dicevo: Anna, dai vai lì e presentati, dai, dai… poi però quando arrivava il momento di presentarmi al casting, ogni volta mi prendeva lo sconforto e rinunciavo, lasciavo perdere“, ha dichiarato a Repubblica.

Ma non questa volta. Anna, dagli occhi verdi pieni di vita è arrivata finalmente a quella desiderata passerella, determinata e sorridente. Ed il pubblico la accompagna con un applauso lunghissimo. Ha subito comunicato di non voler essere in gara per evitare di essere premiata soltanto per compassione e di mettere in difficoltà la giuria. “E invece no – dice fiera – io voglio essere quella donna che combatte per far sì che ai disabili vengano concesse le stesse opportunità dei normodotati“.

Così, ha preso parte alla serata, sfilando fuori concorso con lo scopo di riuscire a dimostrare che la disabilità non è un limite.

Ma il suo obiettivo era anche di incontrare Patrizia Mirigliani, patronne di Miss Italia, per poterle chiedere “di ammettere in gara anche ragazze con qualsiasi tipo di disabilità, comprese le ragazze in carrozzina”.

Perché la bellezza non risiede solo in un corpo perfetto e ci sono imperfezioni di una bellezza indescrivibile.

Non bisogna vergognarsi del proprio corpo, anche quando quest’ultimo non rispecchia i canoni di perfezione richiesti dalla società in cui viviamo. La vera bellezza risiede nello stare bene con se stessi. Se non ci amiamo, come possiamo pretendere che gli altri ci amino? “. E sentire questa parole da una ragazza che da sempre lotta con il suo handicap dovrebbe essere d’esempio a tutte quelle ragazze che, ipnotizziate e influenzate dalle modelle e blogger su Instagram sempre meno accettano il proprio corpo e invano cercano una perfezione che, in realtà, non esiste.

L’organizzazione della tappa di Calvanico di Miss Italia, entusiasta della forte personalità di Anna decide di farle una sorpresa: farla sfilare con la corona di Miss Italia.”Mi hanno reso felice, perché l’ho interpretato come un auspicio: probabilmente in futuro Miss Italia potrà essere una ragazza con disabilità. I limiti, spesso e volentieri, sono unicamente nella nostra mente, sono i fantasmi che ci impediscono di fare, di osare, di tentare nuove strade“.

Il suo rapporto con un corpo segnato dalla disabilità ha ispirato ad Anna Adamo un libro ( per l’appunto, dal titolo chiarissimo: ” La disabilità non è un limite”, Europa Edizioni).
Un racconto a cuore aperto di una quotidianità complicata che pure nulla toglie alla bellezza della vita ne ai sogni e agli obiettivi (dato che Anna studia giurisprudenza all’università di Salerno).
Naturalmente – afferma- non è facile convivere con una disabilità. Non lo è per nulla, sia per la persona che ne è portatrice, sia per coloro che vi sono intorno.” Ma “ci sono imperfezioni di una bellezza indescrivibile. Inoltre è anche giusto che le ragazze con disabilità realizzano il sogno di entrare a far parte del mondo dello spettacolo.”
Questo il suo personale appello che vi auguriamo possa raggiungere presto la sensibilità di coloro che, nel mondo dello spettacolo “dettano le regole”.

È partita anche quest’anno la campagna per gli abbonamenti gratuiti agli studenti finanziata dalla Regione Campania.

Lo scorso anno circa 120mila studenti hanno usufruito di questa agevolazione che ha consentito a una famiglia con due figli a carico di risparmiare fino a 800 euro all’anno. Nessun’altra regione italiana ha una misura di questo tipo rivolta a così tanti giovani.

La procedura per richiedere l’abbonamento è semplice e si fa completamente online, clicca qui!

Possono accedere all’agevolazione gli studenti in possesso dei seguenti requisiti:

– residenza in Campania;

– età compresa tra gli 11 e i 26 anni compiuti;

– iscrizione a scuola secondaria di primo e secondo grado (medie e superiori) o università;

– possesso della certificazione ISEE non superiore a € 35.000.

Unicocampania gestisce questa importantissima iniziativa della Regione Campania fin dalla sua nascita– sottolinea il dott. Gaetano Ratto, Direttore del Consorzio – In questi anni abbiamo  fatto tesoro dell’esperienza maturata e abbiamo migliorato la procedura per renderla sempre più friendly. Invitiamo, pertanto, gli studenti a collegarsi al nostro sito e a seguire le indicazioni riportate così da evitare qualsiasi problema nel rilascio della card”.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più