Notizie di Napoli

Tutte le informazioni e notizie sulla città di Napoli

Allerta Meteo

 

Allerta Meteo

Napoli – L’Amministrazione comunale di Napoli ha emanato un’ordinanza con la quale ha disposto per la giornata di sabato 23 febbraio la chiusura di tutte le scuole cittadine pubbliche e private, compresi gli asili nido, di ogni ordine e grado, dei parchi e dei cimiteri centrali e periferici cittadini.

La decisione di Palazzo San Giacomo è maturata dopo che la Protezione civile della Regione Campania ha emanato un “avviso di criticità meteo” nel quale sono previsti tra l’altro “venti forti o localmente molto forti nord-orientali, con possibili raffiche” oltre che a “precipitazioni locali, prevalentemente nevose oltre i 200 metri e localmente anche a quote inferiori, con apporto al suolo da debole a localmente moderato. Mare agitato al largo e lungo le coste esposte, con possibili mareggiate. Gelate oltre i 200-300m, soprattutto sul settore interno della zona.”

Il Comitato operativo del Comune si è immediatamente attivato ed ha assunto una serie di decisioni anche sulla scorta dei rilievi tecnici sollevati dai responsabili comunali del verde pubblico e della protezione civile, tenendo ovviamente conto della fragilità di alcune zone del territorio cittadino a seguito dell’eccezionale evento atmosferico del 29 ottobre.

Si ricorda che fino al 3 marzo sono aperte le stazioni metro di Museo e di Municipio per l’accoglienza dei senza fissa dimora, in vista del forte abbassamento delle temperature. In mancanza di ulteriore avviso, da domenica 24 febbraio tutte le attività saranno nuovamente ripristinate. L’Amministrazione comunale invita inoltre la cittadinanza a limitare la mobilità ai soli spostamenti strettamente necessari.

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha svolto il suo consueto intervento del venerdì su LiraTV. Nella prima parte ha attaccato duramente il Governo ed il Movimento 5 Stelle. Poi ha parlato del ritrovamento di blatte all’ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli. Più volte il governatore aveva attaccato questi episodi accogliendo la tesi che fossero sabotaggi da parte degli stessi dipendenti.

In questo caso, l’ipotesi sabotaggio sarebbe avvalorata dal fatto che le blatte siano di origine sudamericana. Lo stesso De Luca commenta: “Mi hanno detto che sono scarrafoni sud americani, come fai a spiegare a Zaia, nel Veneto, queste cose? Cosa vuoi spiegare? Dovete farmi un monumento tra duecento anni…

È una guerra – aggiunge – dobbiamo combattere anche contro elementi di grande creatività. Pensate a spiegare ad un tedesco o ad un inglese quello che succede qui, ma noi andiamo avanti. Come dice il detto ‘i cani abbaiano, la carovana passa’, ecco le blatte arrivano la carovana passa. Arriveremo dove dobbiamo arrivare”.

Napoli – Il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca ha svolto il suo solito intervento del venerdì alle telecamere di Lira TV. Come suo solito, il presidente ha attaccato il Movimento 5 Stelle ed il Governo, questa volta in modo molto pesante. De Luca ha iniziato parlando del progetto di autonomia differenziata: “La battaglia della Regione Campania ha contribuito in maniera decisiva a frenare il percorso sull’autonomia differenziata e questo è un motivo di grande soddisfazione. Non si scherza più e mi permetto di pensare che la Regione Campania pesa, hanno iniziato a riflettere”.

Poi, nello specifico, il governatore si è rivolto direttamente ai pentastellati: “Voglio dire con grande chiarezza ai 5 stelle che non si può prendere una barca di voti e poi tradire il sud e alla Lega che non si può parlare male del sud e pretendere voti al sud. Sull’autonomia differenziata stavamo andando avanti nel silenzio generale e stavamo andando dritto verso la rottura dell’unità nazionale e la penalizzazione del Mezzogiorno”.

Sul discorso Tav De Luca prende di mira il ministro Toninelli, alludendo ad una sua carenza d’istruzione: “Una volta c’era la Cepu, Toninelli si sarà formato al Cepu, è l’espressione più improbabile dell’arte del governo. Governare e Toninelli sono come l’acqua e il fuoco, non c’entra nulla. Metà dei soldi per la Tav è finanziata dall’Unione Europea se non si fa la Tav quei soldi sono perduti e cominceremo anche a pagare delle penali, un disastro totale”.

Immancabile, poi, l’attacco ai pentastellati per il voto sull’immunità del vice-premier Matteo Salvini per il processo Diciotti: “Mi riferisco ai dirigenti M5S, fino a ieri bastava un avviso di garanzia per mettere in croce qualcuno, lo avete fatto per dieci anni, vi siete comportati da animali. Oggi siete diventati azzeccagarbugli, il ministro sedicente della Giustizia ha detto ‘abbiamo rispettato la legge. Bravo Bonafede c’è arrivato pure lui, sta emergendo un livello di cialtroneria scandaloso”

“Prima o poi la grande truffa della piattaforma Rousseau verrà fuori, – continua De Luca – un po’ alla volta le cose demenziali che abbiamo ascoltato cominciano a mostrare il proprio volto. Stanno venendo fuori tutti gli elementi di cialtroneria dei Cinque Stelle. Sul voto contro Salvini avrei riflettuto di più, non sarei stato convinto di votare sì – conclude – C’è un equilibrio di poteri nel nostro Paese, il problema non è di merito, nel merito ha torto, ma io sono per combattere le battaglie sul piano politico, non giudiziario”.

Spazzatrice

SpazzatriceLa prima delle 10 spazzatrici elettriche è stata impegnata nel centro storico di Napoli. La sua compattezza rende facile la pulizia delle stradine strette del centro. Saranno 20 le macchine messe a disposizione per il comune di Napoli: 2 per ogni municipalità. La metà di queste spazzatrici sarà 100% elettriche.

Ad esprimersi sull’importante impegno preso in sinergia dal Comune e dall’Asia, Francesco Iacotucci, amministratore delegato di Asia: “Nei prossimi 4/5 mesi avremo a disposizione tutte le spazzatrici. E’ importante perché l’igiene per la città di Napoli è fondamentale per renderla sempre più pulita ed accogliente.”

A dire la sua c’è anche Raffaele Del Giudice, assessore all’ambiente: “Siamo riusciti ad incrementare il programma di spazzamento meccanizzato così come progettato, grazie a dei finanziamenti e allo sforzo dell’amministrazione e dell’Asia. E’ un apparecchio completamente elettrico che permette di accedere facilmente nelle stradine del centro storico.

Lo spazzamento sarà totalmente ecologico. La spazzatrice elettrica difatti non produrrà alcuna emissione.” Questo il video:

NAPOLI – Continua il dialogo tra l’aeroporto di Capodichino e il mondo dell’arte. Dopo l’importante rapporto sancito con il MANN, che ha impreziosito l’aerostazione partenopea con la Statua della Nike e altri reperti pompeiani, da ieri l’aeroporto di Napoli è arricchito dall’istallazione fotografica “AirportShow“.

Il progetto nasce da un’idea del gruppo “Via”, che da anni coopera con l’Aeroporto di Capodichino nei progetti di comunicazione visiva, il quale ha incaricato il fotografo Massimo Siragusa nella realizzazione un’ampia installazione fotografica in grado di accompagnare i migliaia di viaggiatori che ogni giorno transitano nell’aeroporto partenopeo. «L’aeroporto – afferma Siragusa – è un mondo straordinario perché accadono un sacco di cose, sembra un luogo piccolo ma in realtà è un microcosmo in cui accadono moltissime cose e per un fotografo è estremamente stimolante il poter essere messo a confronto con questo spezzato della vita di tutti i giorni».

“AirportShow” ha visto anche il coinvolgimento del network “BeNap”, costituito dai lavoratori dell’Aeroporto di Capodichino, invitato dal gruppo “Via” a fotografare l’aeroporto e di partecipare al contest fotografico di Instagram “#MyBeNap”. I dieci scatti migliori sono stati selezionati ed inseriti nell’istallazione.

Irene Allison, Direttore Creativo di “Via”, così descrive l’esperienza del contest fotografico: «Il contest è una parte importante di questo progetto, abbiamo coinvolto BeNap, la community dei lavoratori aeroportuali chiedendo di raccontarci l’aeroporto dal loro punto di vista, cercando di svelarci quei momenti e quei meccanismi che il passeggero normalmente non può vedere e di interpretarli con lo sguardo di chi ogni giorno all’aeroporto lavora».

Maxi sequestro tra l’Oplontino e il Napoletano da parte dei militari del dipendente Gruppo di Torre Annunziata della Guardia di Finanza.

I militari hanno effettuato due diverse operazioni durante le attività di controllo economico sistematico nel territorio.

Sequestrati 4.000 litri di gasolio, un motopeschereccio e due auto-cisterne.

La prima delle operazioni ha avuto come scenario un’area destinata al parcheggio di motrici per il trasporto di container nel Comune di Caivano, in provincia di Napoli.

La pattuglia della Compagnia di Torre Annunziata ha sequestrato una normale autovettura modificata dall’istallazione, dietro ai sedili anteriori, di una cisterna metallica contenente 1.000 litri di gasolio di contrabbando.

Nello stesso posto, la medesima pattuglia ha sequestrato altri 1.000 litri di gasolio di contrabbando conservati nel serbatoio di carburante di un container.

La seconda operazione è stata invece effettuata dal Nucleo Mobile dello stesso reparto nel Porto di Torre Annunziata.

Altri 1.000 litri di gasolio di contrabbando sono stati sequestrati nel momento in cui da un motopeschereccio venivano trasferiti in una normale autovettura anch’essa munita di cisterna metallica come la sopracitata della prima operazione.

Per le autorità giudiziarie competenti sono cinque i responsabili dell’accaduto, tra cui un extracomunitario di origine indiana su cui incombe l’aggravante della mancanza di permesso di soggiorno.

Al via la XIII edizione del B&B Day, la giornata nazionale del B&B italiano, organizzato dal portale www.Bed-and-Breakfast.it. Il 9 marzo i viaggiatori di tutta Italia potranno prenotare un soggiorno gratis di un giorno in una delle strutture che aderiscono all’iniziativa e disseminate su tutto il territorio italiano.

Per godere di questa opportunità basta acquistare il proprio soggiorno in una delle strutture affiliate il giorno precedente (venerdì 8) oppure il successivo (domenica 10) al B&B Day.

Dai Decumani a Chiaia fino a Mergellina e Fuorigrotta, a Napoli sono ben 16 le strutture ricettive che hanno aderito all’iniziativa: Belledonne Suite And Gallery, Areamare, Suite Partenopea, La Finestra Sul Vesuvio, San Biagio Home, Casa Mira, B&B Maria Marì, Donna Adelina B&B, Domus Borbonica, B&B L’agrumeto, B&B La Mansarda, Vic Street, Chiaia Central Suite, Sotto Le Stelle Ai Decumani, Starita Bed & Pizza, Fonseca Naples.

Per tutti i dettagli sulle strutture di Napoli, clicca qui.

Per trovare altre strutture in altre città, clicca qui.

Il trasporto pubblico, e in particolare la situazione di Anm, sono ancora al centro del dibattito poco amichevole tra Regione Campania e Comune di Napoli. La “nuova puntata” della querelle porta la firma di Palazzo Santa Lucia che, ascoltate le parole di ieri del sindaco partenopeo, risponde con una nota, definendo le parole del sindaco una “provocazione” sul “disastro Anm“.

De Magistris, in un intervento radiofonico, ha detto che il presidente De Luca “ha un piano per far fallire Anm, spiegando come il supporto regionale al trasporto pubblico di Napoli sia insufficiente. La Regione, pertanto, nella nota diffusa spiega: “Il Comune di Napoli ha previsto fondi per 54 milioni per il servizio fino a tutto il 2019. Ma paga i servizi con un anno di ritardo. Ad oggi nulla è stato versato nel 2018, e per il 2018“. “Il Comune di Napoli – continuano da Palazzo Santa Lucia – chiede alla Regione maggiori contributi a fronte del fabbisogno della città e degli utenti. Una richiesta almeno singolare a fronte di una inadempienza di quasi il 50% su quanto previsto negli attuali contratti di servizio. A cosa servono risorse in più se neanche i servizi previsti oggi vengono effettuati?“.

Un botta e risposta che sicuramente non giova alla già critica situazione di Anm, con le istituzioni che giocano allo scarica barile. La Regione, infatti, respinge anche le accuse di non voler “un tavolo istituzionale” per il rinnovo della convenzione (in scadenza a fine anno): “si omette di ricordare i due incontri già avuti, nei quali la Regione ha preso atto, come richiesto dal Comune stesso, della volontà dell’amministrazione di Napoli di assumere la totale autonomia nella gestione del servizio di trasporto per la città di Napoli“. “Nel verbale – conclude la nota – di tavolo istituzionale del dicembre 2017, a conclusione della discussione sull’affidamento in house, i rappresentanti del Comune di Napoli si riservarono maggiori approfondimenti che ad oggi, dopo oltre un anno, non sono ancora pervenuti. In ogni caso la Regione dichiara la propria immediata disponibilità a favorire la richiesta gestione autonoma del Comune di Napoli“.

La politica partenopea sprofonda di nuovo nell’incubo delle intimidazioni. “Chiuso per la morte di Ivo Poggiani e la sua collega euro dep. al Senato Eleonora de Majo. Le esequie si muoveranno da Insurgencia domani 22 febbraio”. Questo si legge sul macabro e sgrammaticato cartello ritrovato ieri, all’esterno del centro sociale Insurgencia. Il testo si riferisce a due politici facenti parte del medesimo centro: il presidente della terza Municipalità Ivo Poggiani e la consigliera comunale (non eurodeputata) di demA Eleonora de Majo.

A darne notizia è stata in primis la consigliera de Majo, la quale ha denunciato l’accaduto su Facebook. “Se questo biglietto che abbiamo appena trovato appiccicato fuori la porta del nostro centro sociale voleva essere una minaccia rivolta a me e a Ivo sappiate che non ci fate nessuna paura. Piuttosto uscite allo scoperto, vigliacchi”.  Queste le sue parole, accompagnate dalla foto del turpe cartello.

La vicenda ha subito raggiunto il cuore di tutti i cittadini attivi sui social. Innumerevoli sono state le condivisioni al post e i commenti di solidarietà per la giovane consigliera e il suo collega. Tra quest’ultimi, spicca quello del compagno di Eleonora de Majo (nonché leader di Insurgencia), che dal suo profilo ribatte:  “Le minacce preferiamo riceverle vis à vis”. 

Da membri attivi del popolo del web, anche noi ci schieriamo contro queste minacce puerili. Minacce che non fanno altro che gettare in cattiva luce la politica e la società nostrana.

ambulanza-118

ambulanza-118Un’infermiera è stata aggredita nell’ambulanza durante la corsa verso l’ospedale. Il fatto è avvenuto ieri, giovedì 21 febbraio 2019, verso le ore 19 quando un infermiere della postazione 118 Carlo III ha soccorso insieme ai colleghi un uomo in evidente stato di ubriachezza. Durante la corsa in ospedale, però, qualcosa non è andato secondo previsioni, con l’uomo che è riuscito a liberarsi dalle cinture di sicurezza della barella ed ha malmenato l’operatore sanitario.

La notizia è stata diffusa dalla pagina “Nessuno tocchi Ippocrate“, da sempre impegnata nella lotta alla violenza contro gli operatori sanitari, che ha spiegato in un post la dinamica del fatto: 13esima aggressione registrata dall’inizio dell’anno.

Il conducente dell’ambulanza resosi conto che qualcosa stava succedendo all’interno del vano sanitario, si è fermato nei pressi di una stazione della Polizia Municipale. Gli agenti sono così intervenuti per sottrarre l’operatore sanitario che, in stato di choc emotivo, è stato refertato successivamente all’ospedale Loreto Mare.

Uccisa nel suo letto da almeno due coltellate. È questa la tragica fine di Rosa Trapani, 67 anni, residente a pochi passi da piazza Garibaldi. Il fatto risale a gennaio, ma solo in queste ore è stata diffusa la notizia, dopo la celebrazione del trigesimo. Come riporta Il Mattino, sulla vicenda c’è stato grande riserbo e solo dopo è stata confermata la notizia che la sua morte non è stata naturale.

Il macabro delitto è stato scoperto la mattina del 18 gennaio scorso. Maria e Gennaro, sorella e fratello della vittima, preoccupati dal suo “silenzio” (che durava da almeno due giorni) si sono precipitati nell’appartamento sito in zona Duchesca. I due sono entrati in casa grazie al doppione di un mazzo di chiavi, facendo la tragica scoperta. La porta d’ingresso non presentava segni di forzatura, né tanto meno era chiusa a chiave. Ciò fa supporre che la donna abbia aperto la porta al suo assassino, anche se non è chiaro ancora se lo conoscesse.

Rosa è stata ritrovata prona sul letto, in una pozza di sangue. Gli inquirenti non escludono alcuna pista, ma quello che è successo in fase di primi rilievi ha dell’incredibile. Infatti, subito dopo la scoperta non sarebbero stati messi i consueti sigilli all’appartamento, con i parenti che alcuni giorni dopo hanno iniziato a disfarsi di alcuni oggetti, forse utili per le indagini: ad esempio, il materasso insanguinato è stato abbandonato in strada.

Aggiornamento ore 9.30: ripristinata la linea sull’intera tratta

Nuovi disagi per i pendolari napoletani stamattina. La linea 1 della metropolitana è temporaneamente sospesa.

L’avviso è stato affisso fuori le saracinesche abbassate dall’Anm: un’amara sorpresa per i tanti lavoratori e studenti che come ogni mattina prendono il treno per raggiungere il posto di lavoro.

La tratta è quella che da Garibaldi va a piazza Dante e viceversa, una delle più frequentate.

Seguiranno aggiornamenti.

auto elettrica

auto elettricaUn gruppo di studenti della Federico II sta costruendo da zero la nuova auto elettrica che parteciperà alla “formula 1” degli universitari.

La formula SAE (Society of Automotive Engineers) non è altro che una competizione universitaria internazionale che prevede la progettazione e la produzione di un’auto da corsa.

La formula SAE è nata nel 1981 con lo scopo di dare agli studenti universitari la possibilità di mettere in pratica quanto studiato sui libri e mettersi alla prova. La manifestazione negli ultimi anni sta ricevendo sempre più consensi e partecipazione.

Quest’anno la gara in Italia si svolgerà dal 24 al 28 luglio 2019 all’autodromo “R.Paletti” di Varano de’ Melegari (PR). Alla tappa italiana, nella classe 1E, oltre all’auto elettrica della Federico II ci saranno altre 32 vetture elettriche costruite e progettate da altri studenti universitari di altre nazionalità tra cui:

Germania, Finlandia, Estonia, Polonia, Ungheria, Slovacchia, Slovenia, Belgio, Grecia, Spagna, Svezia, Russia, Islanda, Israele, Repubblica Ceca. Oltre alla Federico II parteciperanno anche altri 3 atenei italiani alla classe 1E: l’Università di Parma, il Politecnico di Torino e l’Università di Padova.

Con gli altri team non vi è competizione – afferma il Team Leader, Raimondo Garofaloquesto è il bello della formula student, la didattica competitiva. L’unico obiettivo è quello di imparare di più gli uni dagli altri.
Dato la nostra prima esperienza assoluta a Varano ci sentiamo molto carichi e determinati.

Vogliamo fare bella figura in modo che l’università di Napoli sia sempre più al centro dell’innovazione e motorsport.” L’E-team della Federico II è composto non solo da studenti di ingegneria ma anche da esperti nella comunicazione, economisti, chimici e giuristi per un totale di circa 60 persone.

Ogni singolo studente è impegnato nella realizzazione di una parte del progetto o della costruzione dell’auto elettrica, partendo dal sistema sospensivo dell’auto per poi arrivare alla progettazione e controllo dei motori.

Caratteristica fondamentale della macchina elettrica è l’innovativo sistema di trazione della vettura. L’auto sarà 4×4, avrà 4 motori che saranno posizionati all’interno delle 4 ruote.

“La progettazione in generale non è mai un argomento facile da trattare – a parlare è uno dei tre team leader nonché responsabile meccanico, Davide Paolella infatti in questo prototipo abbiamo riscontrato non pochi problemi.

In primis la competizione della Formula Sae ha un regolamento rigido da rispettare per poter accedere alla “pista”, quindi ogni singolo membro della squadra ha progettato con limitazioni derivanti dal regolamento stesso.

Molte questioni trattate durante il progetto sono state studiate esternamente dal percorso universitario, questa è anche una delle problematiche principali poiché la poca esperienza ci ha rallentati sulla tabella di marcia, ma caparbietà e costanza hanno portato buoni frutti.”

L’auto elettrica parteciperà a diverse prove: prove statistiche e dinamiche. Nelle prove statiche si valuterà il design, la business idea e le tech (prove in cui degli ispettori verificano che la vettura rispetti i requisiti progettuali richiesti dal regolamento).

Inoltre, uno tra i tanti test effettuati sulla monoposto sarà il tilt test per valutare la capacità di non ribaltamento della vettura. Mentre tra le prove dinamiche ci sarà il brake test ( prova di frenata della vettura), l’accelleration test e prova a tempo.

“Siamo contenti di quello che siamo riusciti a progettare con le nostre capacità. La nostra ambizione è quella di migliorare anno dopo anno portando innovazione e voglia di imparare nei futuri ingegneri.”

Napoli – Un bambino è rimasto vittima di un incidente mentre percorreva in bicicletta un’area rialzata dei giardini di Palazzo Reale. E’ caduto da un muretto di circa un metro e mezzo, procurandosi la rottura di entrambe le braccia. Attualmente, a diversi giorni dall’incidente, è ancora in condizioni critiche.

Un episodio gravissimo che fa riflettere principalmente sulla sorveglianza di un luogo tanto importante per la nostra città. A denunciare l’accaduto, infatti, anche il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Ci chiediamo come sia stato possibile che un incidente del genere sia potuto accadere. Quell’area dovrebbe essere presidiata nel momento in cui viene permesso l’accesso ai bambini, specialmente a bordo di biciclette.”

Solo successivamente, infatti, l’area è stata recintata. Attualmente è ancora inagibile per motivi di sicurezza. “Ci auguriamo – conclude Borrelli – che questo incidente serva da monito che l’area sia maggiormente controllata. Allo stesso tempo speriamo che, in futuro, i genitori impediscano ai figli di giocare in prossimità di dislivelli”.

Finalmente weekend, indecisi su cosa fare? Non preoccupatevi noi vi proponiamo gli eventi più belli a Napoli e non solo che soddisferanno i gusti di tutti.

Gara podistica per la legalità a Napoli, 24 febbraio.
Una gara podistica per promuovere il rispetto delle regole. “Napoli conCORRE per la legalità” è l’iniziativa incoraggiata da Confesercenti Campania nell’ambito di Napoli Half City Marathon, in programma domenica 24 febbraio.

Ballo a Corte a Palazzo Reale, 24 febbraio, 2, 4 e 5 marzo.
Palazzo Reale tornerà a vestire i panni di residenza borbonica. Si chiama infatti Ballo a Corte il nuovo evento organizzato nelle stanze del museo. Esso permetterà di visitare in modo molto particolare gli appartamenti storici, con incursioni teatrali pensate per tutti, adulti e bambini.

Gelati Kinder in piazza a Napoli gratis, 22 e 23 febbraio.
A Piazza Dante ci sarà il tour “Salti di Gioia” dedicato a tutti i bambini, per assaggiare in anteprima assoluta i gustosissimi gelati Kinder nati grazie alla collaborazione tra Ferrero e Algida. I bambini potranno letteralmente fare i salti di gioia grazie alla presenza di tappeti elastici; per l’allestimento di questo tour appetitoso è previsto anche un grande frigorifero blindato con enormi catene e lucchetti.

Centro Ricerche Tartarughe Marine, apre al pubblico dal martedì alla domenica.
E’ stato inaugurato finalmente il Centro Ricerche Tartarughe Marine di Portici, in via Nuova Macello. Il centro è nato grazie agli sforzi della Stazione Zoologica Anton Dohrn per tutelare le tartarughe marine. In particolare, il nuovo presidio si occuperà delle Caretta Caretta, una specie di tartarughe una volta molto presente in tutto il Mediterraneo, ma oggi ad altro rischio. Da ieri l’ingresso è aperto al pubblico.

Riqualifica di 3 luoghi di Napoli in un giorno, 24 febbraio.
Un evento del tutto nuovo e senza precedenti a Napoli, quello che avrà luogo domenica 24 febbraio 2019. I volontari dell’associazione culturale Sii Turista Della Tua Città riqualificheranno, contemporanei, tre diversi punti della città di Napoli: Giardini del Molosiglio, Scale di Montesanto e Ponte della Sanità. Parteciperanno tutti, unitevi!

Al PAN in mostra i migliori artisti del ventesimo secolo, fino al 10 marzo.
L’evento, curato da Saverio Ammendola, Paolo La Motta e Isabella Valente, è incentrato sulla pittura e scultura napoletana del XX secolo. L’allestimento, al secondo piano del museo di via dei Mille, è curato dalla Galleria Mediterranea, una delle gallerie più antiche d’Italia e da La Fenice in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli.

Carnevale a Saviano, dal 24 febbraio al 5 marzo.
L’evento, ritenuto tra le feste di Carnevale più belle d’Italia, si svolgerà dal 24 febbraio al 5 marzo 2019.
Ogni anno la manifestazione conta oltre centomila turisti, che da tante parti della regione, e anche del Paese, arrivano qui per vedere la grande sfilata di carri allegorici.

Mostra di fotografie a Villa Pignatelli, fino al 10 marzo.
L’esposizione giunge per la prima volta in italia dopo essere stata presentata alla Galerie Azzedine Alaïa di Parigi nel 2016, al Museo des Beaux-Arts di Le Locle in Svizzera nel 2017 e alla Fondazione Helmut Newton di Berlino nel 2018. La mostra, organizzata dal Polo museale della Campania con la collaborazione di Incontri Internazionali d’Arte, espone ben 167 scatti di 87 fotografi di fama mondiale.

Degusta Sapori a via Toledo, dal 18 al 23 febbraio.
L’evento è volto a presentare i prodotti della tradizione napoletana e di tutto il sud Italia. Inoltre tale manifestazione vuole valorizzare la produzione di prodotti realizzati da aziende del territorio allo scopo di favorire lo sviluppo economico locale

Giornata Internazionale della Guida Turistica, 21, 23 e 24 febbraio.
Tre giorni di visite guidate gratuite, in tutta la Campania, per festeggiare la Giornata Internazionale della Guida Turistica, arrivata alla ventesima edizione.

Carnevale a Casalnuovo, 24 febbraio.
Il prossimo 24 Febbraio, a Casalnuovo di Napoli, è prevista per la prima volta in assoluto, una sfilata di Carnevale con “grandi carri allegorici”.

Circo cubano a Napoli, dal 14 febbraio al 24 marzo.
“CirCuba” è uno spettacolo supportato dal Ministero della Cultura di Cuba per celebrare i 50 anni del Circo Nazionale Cubano e vede la partecipazione di artisti scelti dalle principali accademie cubane. L’evento è stato concepito con l’obiettivo di far incontrare discipline artistiche diverse: danza, acrobazia e musica.

Giri illimitati sulle giostre all’Edenlandia, febbraio 2019.
L’Edenlandia per solo questo mese di febbraio 2019 lancia l’Edenday: ossia il ritorno del celebre braccialetto valido per un intero giorno al parco con 9 giostre convenzionate. Con tale braccialetto sarà possibile godere di giri illimitati su 9 giostre.

Egitto in mostra all’Auchan di Giugliano, dall’11 febbraio al 4 marzo 2019.
Tale esposizione è rivolta a tutti gli appassionati di storia o anche solo per tutti coloro che vogliono “visitare l’Egitto” senza pagare un biglietto aereo. Attraverso una visita guidata completamente gratuita offerta dal centro commerciale Auchan di Giugliano, si potranno osservare la Piramide Cheope, la Sfinge e poi ancora la Stele di Rosetta e i mitici Faraoni, il tutto attraverso delle fedeli riproduzioni.

Mostra multimediale a Sorrento, fino al 5 marzo.
La mostra celebra le meravigliose ville dell’aristocrazia romana, costruite sugli scorci panoramici della penisola sorrentina e presenta al pubblico due importanti testimonianze dell’epoca: la scultura dell’Atleta di Koblanos e il mosaico del Ninfeo di Pipiano, ricostruito per l’occasione con il supporto di tecniche digitali e multimediali. La visita di entrambe le opere è gratuita.

I grandi classici del cinema tornano in sala, dal 5 febbraio al 9 aprile.
Sarà possibile rivivere la magia dei capolavori del cinema italiano gratuitamente, nel Centro Storico di Napoli. All’interno della Mediateca Santa Sofia, in via Santa Sofia, si terrà la rassegna Felici Incontri. Ogni sera, gratuitamente, verranno proiettati i grandi classici d’autore del cinema italiano.

Apecar carico di libri a Napoli, dal 2 febbraio al 30 marzo.
Al fine di promuovere la lettura dei bambini e dei loro genitori nei diversi territori della città, si partirà con il “biblio-ape”, una biblioteca itinerante girerà per la città appositamente attrezzata e fornita di volumi per bambini e famiglie allo scopo di realizzare attività di lettura e consultazione di libri e laboratori di lettura all’aperto.

Van Gogh al Centro Campania, dal 26 gennaio al 24 febbraio.
Una nuova mostra dedicata a Van Gogh sarà allestita al Centro Commerciale Campania. Il progetto si chiama “Van Gogh Shadow” ed è a cura dell’artista Luca Agnani. La mostra avrà come oggetto alcune delle opere più famose di Van Gogh, ricreate con nuove tecnologie di produzione digitale 3d.

Visite guidate ai Giardini Pensili di Napoli, fino al 30 aprile 2019.
Riaprono al grande pubblico i Giardini Pensili del Palazzo Reale di Napoli, un “tesoro nascosto” che dà la possibilità di fare una passeggiata vista golfo nella parte del Palazzo che dà su Via Acton. Così come sono state restaurate e riaperte le stanze private del re, anche i giardini hanno subito delle modifiche: la pavimentazione della terrazza, ad esempio, sebbene fedele all’antico progetto, è stata rifatta.

Al MANN 14 incontri gratuiti, dal 17 gennaio al 30 maggio 2019.
Si terrà al Museo Archeologico Nazionale di Napoli un ciclo di conferenze organizzato dal Servizio Educativo del Museo per la rassegna Incontri di Archeologia. Gli incontri sono gratuiti.

Leonardo da Vinci in mostra a Napoli, fino al 30 giugno 2019.
Mostra nel cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci, presso la suggestiva Cripta del Complesso Monumentale Vincenziano. Oggetto dell’evento le macchine realizzate, artigianalmente dal Maestro Mario Paolucci, su progetti originali di Leonardo da Vinci, sia in scala sia a grandezza naturale e realmente funzionanti tali da poter essere usate.

Laboratori gratuiti di architettura a Capodimonte, 13 gennaio/10 febbraio/10 marzo/14 aprile/12 maggio/9 giugno.
Previsti vari laboratori per bambini che si concentreranno sui temi legati all’architettura. Il tema di quest’anno riguarda il rapporto tra l’opera e l’architettura che la ospita. Il progetto ha l’intenzione di stimolare l’immaginazione, dato che i bambini di oggi passano molto tempo davanti ai dispositivi elettronici che fanno tutt’altro che stimolare la loro fantasia e creatività e può essere anche un buon modo per far stringere loro nuove amicizie.

Laboratori per bambini della Comix Napoli, da gennaio a giugno.
La Scuola Italiana di Comix di Napoli aprirà anche ai bambini. A partire da sabato 12 gennaio, infatti, inizieranno i laboratori creativi della Comix Kids Academy. Questo nuovo progetto della Scuola Italiana di Comix, totalmente dedicato a bambini e ragazzi, segna la nascita della prima e unica Accademia di formazione artistica per le fasce d’età 5 – 13 anni.

SplendOri, i gioielli di Ercolano in mostra, dal 20 dicembre 2018 al 30 settembre 2019.
Parte SplendOri. Il lusso negli ornamenti ad Ercolano la prima mostra del Parco Archeologico di Ercolano all’interno dell’Antiquarium, anche questo per la prima volta aperto alla fruizione del pubblico.

Mostra sui De Filippodal 28 ottobre 2018 al 24 marzo 2019.
A Castel dell’Ovo una mostra renderà omaggio a una famiglia di attori, registi e artisti che ha reso Napoli famosa in tutto il mondo e che ha aperto la strada a un teatro che ha saputo raccontare come nessun altro le tradizioni, le problematiche e il modo di intendere la vita alle falde del Vesuvio.

 

Napoli – Fra poche ore si terrà al San Paolo la partita Napoli-Zurigo, per il ritorno dei sedicesimi di Europa League. Purtroppo, il match di andata, a Zurigo, venne funestato da alcuni violenti scontri avvenuti nelle prossimità dello stadio poco tempo prima della partita: tifosi napoletani e svizzeri occuparono una delle vie principali con una violenta rissa e solo l’intervento della polizia divise la calca.

C’è quindi timore per la partita di oggi a Napoli. Per questo motivo la Questura di Napoli ha già disposto 1000 uomini per controllare il match di stasera. Tanti sono stati anche i controlli sui pullman della tifoseria dello Zurigo diretti a Napoli. Si temono principalmente rappresaglie in strada nelle vicinanze dello stadio.

Diciotto pullman della tifoseria svizzera sono stati fermati e controllati dalla Polizia alla stazione di servizio S. Nicola. Sui mezzi, fra i bagagli dei tifosi, gli agenti hanno trovato numerose armi improprie come un manganello retrattile, due mazze da baseball, un petardo ed un fumogeno.

I veicoli sono stati raccolti alla Stazione Marittima di Napoli, insieme ad altri tifosi ritenuti pericolosi arrivati con aereo, treno o mezzi propri. Circa un paio di centinaia di persone che verranno scortate al San Paolo direttamente dalle forze dell’ordine poco prima dell’inizio della partita.

NapoliRifiuti ingombranti dati alle fiamme in vico I° Montecalvario, a due passi da piazzetta Montecalvario, nel cuore dei Quartieri Spagnoli. Un rogo appiccato a due passi dalla scuola Paisiello con gli alunni costretti a respirare le polveri l’indomani. I residenti sono nella morsa degli incivili. Alcuni abbandonano i rifiuti, altri gli danno fuoco. Non si fanno scrupolo della presenza delle automobili, rischiando di provocare danni ancora più gravi”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, dal consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini, dal consigliere alla II Municipalità Salvatore Iodice e dall’assessore all’ambiente della II Municipalità Roberto Marino.

“Nonostante la raccolta differenziata nel quartiere migliori giorno dopo giorno, con il porta a porta che è arrivato anche nell’area di piazzetta Montecalvario, continuano a permanere sacche di inciviltà. Esiste tra l’altro un servizio dedicato dell’Asia per il recupero dei rifiuti ingombranti. La segnalazione può essere effettuata da tutti i cittadini che hanno bisogno di conferire oggetti di dimensioni consistenti. Gli sversamenti abusivi non hanno motivo di esistere.”

“Chiediamo che la polizia municipale possa identificare i responsabili, sanzionandoli a norma di legge. A tal proposito siamo soddisfatti che, nel nuovo regolamento di videosorveglianza adottato dal Comune di Napoli nell’ultimo consiglio, sia data la possibilità anche all’Asia di installare telecamere e acquisire i reperti video. Chi sversa rifiuti abusivamente non deve restare impunito”, concludono.

Napoli – Una gara podistica per promuovere il rispetto delle regole. “Napoli conCORRE per la legalità” è l’iniziativa incoraggiata da Confesercenti Campania nell’ambito di Napoli Half City Marathon, in programma domenica 24 febbraio.

“Insieme alla Guardia di Finanza e all’Ordine dei Commercialisti per sostenere la legalità economica: abbassiamo le tasse e contrastiamo gli evasori” – queste le dichiarazioni del presidente Vincenzo Schiavo, che pone l’accento su una piaga che ha sempre ostacolato l’economia italiana ed ancora di più quella meridionale, storicamente in affanno.

La manifestazione è stata fortemente voluta dal Comando Regionale Campania della Guardia di Finanza, nella persona del Generale Virgilio Pomponi, con il preciso scopo di lanciare un messaggio sul valore civile ed educativo alla legalità economica.

Per l’occasione è stata realizzata una maglietta per i partecipanti, nel cui retro reca l’articolo 53 della Costituzione («Tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva»), ovvero il tema dell’iniziativa sostenuta e promossa da Confesercenti Campania ma anche dall’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili di Napoli nella persona del presidente Vincenzo Moretta e dal Coni.

«Scegliamo, con forza, di “correre” per la legalità– afferma Vincenzo Schiavo, presidente Confesercenti Interregionale (Campania e Molise) –, seguendo alla lettera i dettami dell’articolo 53 della Costituzione. Lo sport è un’importante lingua comune che mette insieme Stato, con la Guardia di Finanza, professionisti, con l’importantissimo lavoro dell’Ordine dei Commercialisti e del suo presidente Moretta, e i nostri imprenditori con l’obiettivo unico del rispetto della legalità. Questa gara rappresenta un’importante opportunità per dare un segnale per far crescere le nostre imprese. E’ un’occasione per fare “rete” con la Guardia di Finanza, e quindi con lo Stato, e con i commercialisti, per poter fare formazione all’interno del nostro sistema imprenditoriale. Siamo sempre dell’avviso che lo Stato deve abbassare le tasse ma noi professiamo da sempre il rispetto delle regole. I nostri associati sono orgogliosi di rappresentare la legalità e di partecipare a questa iniziativa. Avere uno Stato in cui tutti pagano le tasse significa vincere una battaglia insieme. Se mettiamo in condizione tutti gli imprenditori di pagare le tasse, non chiedendo loro i due terzi del loro incasso, tutti possono farlo e probabilmente pagando anche di meno».

Oltre cento gli imprenditori legati a Confesercenti che parteciperanno alla gara e che indosseranno la maglietta relativa (in allegato). Oltre alla sensibilizzazione sul tema della legalità, Confesercenti Campania, nell’occasione, donerà anche un contributo alla fondazione “La Casa di Tonia”, progetto che aiuta le donne in condizioni di povertà. «È una delle tante nobili cause che sposiamo e che esistono a Napoli – dice Schiavo – contribuiamo con grande partecipazione a sostenere questa eccellenza del territorio».

La gara podistica, organizzata dall’Associazione Sportiva Dilettantistica Napoli Running, sarà presentata domani alle 11 presso la sede dell’Ordine dei Commercialisti (piazza dei Martiri 30) e prevede la partecipazione di oltre 9.000 atleti, con lo “start” alle ore 9 da Via Kennedy e la conclusione alla Mostra d’Oltremare.

Napoli – Questa mattina a via Barbagallo sono iniziati i lavori per una nuova opera di Street art curata dal Tavolo Interassessorile per la Creatività Urbana e realizzato dall’artista Pao, all’anagrafe Paolo Bordino, in collaborazione con LEGO per celebrare l’arrivo nelle sale cinematografiche di Lego Movie 2. L’evento Street art è realizzato grazie alla collaborazione con l’Assessorato ai Giovani e Patrimonio, alla Municipalitá 10 e l’associazione Ragnarock.

Durante i lavori sono intervenuti il Presidente della Municipalitá 10, Diego Civitillo, il consigliere della Municipalitá 10, Massimo Minopoli e l’Assessore Alessandra Clemente che commenta: “Oggi la street art è tra le esperienze artistiche contemporanee più interessanti. Un modo per veicolare messaggi di modernità, ponendosi nel mezzo tra comunità sociale e mondo dell’arte. Sono molto felice che gli organizzatori abbiamo accettato la nostra proposta di diffondere attraverso i tipici omini gialli Lego, messaggi di Pace e accoglienza”.

Infatti è proprio questo il messaggio che l’artista Pao ha voluto trasmettere con la sua opera: un muro, immancabilmente composto da mattoncini LEGO bianchi, viene sfondato mostrando il cielo azzurro che nascondeva. Sull’intero disegno campeggia l’enorme scritta rossa “Open Your Mind”, che tradotto significa “Apri la tua mente”.

Un paio di settimane fa, in un intervento, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris aveva parlato dell’importanza che sta assumendo la street art all’interno della città, di come ha sempre fatto di tutto per favorirne lo sviluppo e del Tavolo Interassessorile creato ad hoc. Questo è l’ultimo esempio di questa linea di pensiero dell’amministrazione.

video Facebook casa surace

Il nuovo video di Casa Surace ha già conquistato il web. La protagonista è l’amatissima nonna Rosetta, che ormai è diventata la nonna di tutta Italia, in quanto è un personaggio emblematico che incarna tutti quelli che sono i pregi, i difetti e anche le classiche fissazioni delle nostre nonne. Infatti non a caso la sua frase più nota è: “Mangia che stai sciupato”.

Questa volta nonna Rosetta veste i panni di una cantante, riproponendo un sua personale reinterpretazione di tre inediti di Sanremo: “Soldi” del vincitore Mahmood, “Rolls Royce” di Achille Lauro e infine “I tuoi particolari” di Ultimo. In meno di due ore il video ha registrato oltre 27mila condivisioni, conquistando tutto il web. Ovviamente la Nonna d’ Italia ha reinterpretato i testi delle tre canzoni, lasciando invariata solo la melodia e la cadenza ritmica. Ma il risultato è tutto da ridere!

Il video di Casa Surace: