Napoli. Ancora violenza in ospedale: calci e pugni a medico e poliziotti

Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli

Napoli – Un immigrato ucraino è stato arrestato dalla Polizia dopo aver aggredito un medico dell’ ospedale “San Giovanni Bosco”, a Napoli. Ieri sera l’uomo, di 45 anni, in possesso di permesso di soggiorno, ha dato in escandescenze nel pronto soccorso dell’ Ospedale, e poi ha aggredito uno dei medici presenti.

All’arrivo dei poliziotti, avvertiti dal personale del “San Giovanni Bosco”, l’ucraino li ha minacciati e colpiti con pugni, poi ha tentato di fuggire, ma è stato bloccato ed arrestato per resistenza e lesioni aggravate.

“Oramai siamo ad un passo dalle cento aggressioni in un anno, secondo la triste statistica redatta dall’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate. Ci chiediamo come pretenda di definirsi civile una società dove chi offre cure al prossimo deve temere oggi giorno di essere aggredito o minacciato”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli.

“Torniamo a ribadire la necessità di istituire presidi fissi di polizia in corrispondenza dei pronto soccorso. Speriamo che i numeri dell’emergenza convincano Questura e Viminale a darci ascolto. Auspichiamo che ciò avvenga prima che accada qualcosa di realmente grave”.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più