Aurora, bimba con tumore, scrive al Napoli: “Tornate a vincere per noi tifosi”

Sui social è ormai diventata virale la lettera di Aurora al Napoli. Aurora è una ragazzina forte. Da anni combatte contro un Medulloblastoma metastatico, un tumore embrionale del tessuto neuroepiteliale, che è il più frequente tumore maligno pediatrico. Ha solo 13 anni ma nella sua vita ne ha passate tante. Ha vinto la malattia che poi è ritornata ma continua a lottare senza mai arrendersi.

Un esempio per tutti, compreso per i calciatori del Napoli, di cui è grande tifosa. Per questo ha deciso di scrivere una lettera pubblicata su Facebook da Marilena Natale. Giornalista sotto scorta per le sue battaglie contro la camorra nella Terra dei Fuochi ma soprattutto ‘madre adottiva’ di Aurora.

Questo il contenuto della lettera di Aurora rivolta al Presidente De Laurentiis, al mister Ancelotti e a tutta la squadra:

“Il Napoli non è una squadra di calcio ma lo stato d’animo di un intero popolo. Non so cosa sia successo forse sono troppo piccola per capire. Ma vorrei far capire a voi quello che accade dentro di noi. Le vostre maglie non hanno tanti scudetti ma in quel colore azzurro c’è tutto il nostro amore per la nostra terra tanto martoriata.

Voi siete la nostra forza. A noi che vi amiamo basta vedervi giocare per stare bene. Questa vostra crisi la state trasmettendo a tutti noi e non è giusto. Vi prego, ritornate a vincere. Vi amo, Aurora”.

Grandissima tifosa del Napoli, nel 2015 ha realizzato il suo sogno: sposare Dries Mertens. Un incontro, quello con l’attaccante azzurro, avvenuto all’Ospedale Pausilipon e immortalato dallo stesso giocatore con un video sul suo profilo social.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Purtroppo sono gia sposato, perche tu sei una ragazza meravigliosa! Era un piacere d’incontrarti! #forzaAurora 💙

Un post condiviso da Dries Mertens (@driesmertens) in data:

La piccola Aurora non ha scritto solo questa lettera. Ha anche fondato un’associazione, la “Terra dei cuori”, ed è diventata la portavoce di tutte le persone che soffrono nella Terra dei fuochi. Nei mesi scorsi ha anche lanciato un appello ai cittadini a donare il sangue.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più