Retribuzioni in Italia: al Sud e alle Isole si guadagna di meno rispetto al Nord

nord sud

Nonostante sia passato più di un secolo dall’Unità d’Italia, il nostro Paese continua a mantenere alcune importanti differenze tra Nord e Sud. Ultima quella che riguarda la retribuzione. Per lo stesso posto di lavoro, se vivi al Nord guadagni il 10% in più rispetto a chi abita al Sud o nelle Isole.

Una differenza puramente territoriale che indica l’ennesima discriminazione per il Mezzogiorno e che non considera altri fattori nella ricerca. E’ quanto emerge dal 27° Rapporto sulle Retribuzioni di OD&M Consulting che indaga la tendenza del primo semestre 2019 sull’andamento delle retribuzioni in Italia.

OD&M Consulting è una società specializzata in HR Consulting di Gi Group, che si occupa della gestione e valorizzazione delle risorse umane, leader nella realizzazione di indagini retributive. Per permettere a tutti di verificare, in forma anonima e gratuita, che il proprio stipendio sia allineato al mercato, l’azienda mette a disposizione il servizio online www.quantomipagano.com. Sul sito è possibile riprendere alla domanda: “Quanto vale il mio lavoro?”. E al Sud ben poco.

I DATI – I dati dimostrano una leggera crescita generale nei primi sei mesi del 2019 contro lo stesso periodo del 2018 con un aumento del +1,3% nella RBA (Retribuzione Base Annua) per i Dirigenti. Del 2,2% per Quadri, del 2,8% per Impiegati e dell’1,6% per gli Operai. La previsione del primo semestre del 2019 mostra un saldo positivo sull’inflazione (0,8%). Il trend delle retribuzioni 2019 per la Retribuzione Base Annua registra un incremento del 2,1% e del 2,3% per la RTA. La RTA è la Retribuzione Totale Annua data da retribuzione base/fissa più retribuzione variabile effettivamente percepita.

Nell’ambito delle diverse categorie, il trend di crescita misura un aumento di stipendio del 2,8% per gli Impiegati (31.752 € RBA), del 2,2% per i Quadri (59.007 € RBA), seguiti da Operai con +1,6% (26.606 €) e da Dirigenti con +1,3% (115.913 €).

Per quanto riguarda la Retribuzione Totale Annua il trend di crescita misura un aumento di stipendio del 2,9% per i Quadri (64.420€ RTA) e gli Impiegati (33.018€ RTA). Seguiti da Dirigenti con +1,8% (133.055€) e Operai con +1,7% (27.529€).

SUD PENALIZZATO –  Al Sud e nelle Isole ‘Quadri’ e ‘Impiegati’ vengono pagati meno rispetto ai colleghi delle aree del Nord Ovest e Nord Est. Per i Quadri lo scostamento tra Nord Ovest e Sud e Isole è del 9,9% (Retribuzione Base Annua), con un salto da 59.448€ a 54.072€. Ben 5 mila euro in meno. Per gli Impiegati è del +17,8% (RBA).

Lo scostamento negativo più rilevante rispetto al dato Nazionale RBA, per entrambe le categorie, si registra tra chi lavora al Sud e nelle Isole (Quadri -8,4% e Impiegati -12,2%). Mentre gli Operai al Nord vengono pagati il 9,4% in più rispetto ai colleghi del Sud.

Per quanto riguarda i Dirigenti, l’area territoriale impatta di meno perché godono di una maggiore mobilità e questo consente un allineamento tra le diverse aree territoriali. L’area territoriale che paga meglio si conferma essere il Nord Ovest. Ad esempio, un Dirigente del Nord Ovest percepisce 116.565€ rispetto a un suo omologo del Sud e Isole di 111.140€ (RBA). Sempre però circa 5 mila euro in meno.

 

 

 

 

Potrebbe anche interessarti