Camilla ha un raro disturbo psicomotorio: la classe gioca in silenzio per lei

Le storie che aprono una finestra sul cuore grande dei napoletani sono tante, troppe da elencare. Ultimamente ci ha molto commossi la vicenda del parrucchiere che ha offerto tagli e messe in piega alle mamme dei bambini ricoverati al Pausillipon: un gesto di grande profondità. Eppure non ci aspetteremmo sempre che questi piccoli, grandi gesti possano arrivare dai bambini, come nel caso della piccola Camilla.

La storia di questa bimba è riportata dal Mattino. Camilla (nome di fantasia) non ha ancora compiuto tre anni, e ha un serio e irreversibile disturbo psicomotorio. Possiamo solo immaginare quale debba essere stata la preoccupazione dei suoi genitori nel momento in cui l’hanno iscritta all’asilo. Camilla ha bisogno di un suo ambiente protetto, i rumori forti possono arrecarle seri danni. Come inserirla in una classe piena di bimbi chiassosi?

Eppure i piccoli compagni d’asilo hanno subito compreso le esigenze della bimba. Camilla è entrata a fare parte della Scuola Giancarlo Siani di Mugnano, e fin dall’inizio dell’anno scolastico i bimbi hanno fatto a gara per rendere Camilla partecipe dei loro giochi e sono stati attenti a evitare qualsiasi tipo di rumore forte. Il tutto con l’aiuto delle maestre, che con i loro piccoli alunni hanno elaborato un vero e proprio piano d’azione.

I piccoli hanno così imparato che con Camilla si gioca seguendo una turnazione, parlando a bassa voce, ascoltando musica a basso volume. Anche l’approccio fisico segue modalità completamente diverse rispetto a quelle a cui erano abituati. “Una strategia mirata“, spiegano Maria Aprovitola, Stefania Del Prete e Stefania Puglia, le tre maestre di Camilla, “che è stata e sarà applicata in tutte le fasi dell’anno scolastico“.

La bimba, col passare delle settimane, si è integrata al meglio e i suoi compagni sono entrati in perfetta sintonia con il suo mondo. Quello che più ci colpisce però, al di là dell’impegno profuso per evitare frastuono e rumore, è la sensibilità di questi bambini: sono tutti pazzi della loro compagna di classe e tutti si prendono cura di lei“.

E non sorprende che, dopo l’impegno dimostrato per includere la piccola Camilla, le tre maestre e la scuola Giancarlo Siani siano state premiate con attestati di merito. Questa la motivazione dell’attestato, consegnato alla scuola Siani dalla Rogiosi Editore e dall’Accademia delle Arti Mestieri e Professioni:

A tutte le bambine e i bambini della scuola materna del secondo circolo didattico Giancarlo Siani di Mugnano di Napoli, per aver accolto Camilla con la purezza dell’amore, con la solidarietà e con il sorriso che è proprio dei bimbi e delle persone belle. Che sia contagioso per noi adulti“.

Potrebbe anche interessarti

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di “terze parti” per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Scopri di più